News X factor 6 - I giudici | © Facebook Official Page

Pubblicato il ottobre 19th, 2012 | da Carmen Pierri

0

X Factor 6, apre Robbie Williams e Nicola torna a casa

La prima puntata per il Live Show di XFactor è stata un grande successo e al di là di tutti i numeri mostrati, il programma di Sky ,si conferma  per il secondo anno un grande contenitore di talenti. Non una semplice gara: sul palco del Teatro della Luna i 12 concorrenti prescelti ieri sera hanno presentato al pubblico la loro carta d’identità musicale, offrendoci un assaggio della loro capacità artistica che, a mio avviso, quest’anno si trova davvero a livelli molto alti.

Lo spettacolo ha ripreso il punto dove Francesca Michelin l’anno scorso lo aveva lasciato, la proclamazione a vincitrice, regalandoci una versione di “Distratto” (pezzo che l’ha portata alla gloria) del tutto particolare, accompagnata dai 12 artisti che quest’anno si sfidano per conquistare un contratto da 300.000 euro per Sony Music Italia. Il tributo è tutto UK, i concorrenti si dilettano in un omaggio al primo super ospite di X Factor: i ri-arrangiamenti di “Rock DJ” ed “Angels” hanno scaldato l’atmosfera nell’attesa di veder scendere Robbie Williams, che dopo l’apparizione al Teatro della Luna ha duettato in “Let Me Entertain you”  con i ragazzi di X Factor. Quella che è l’edizione più figa, più social, più interattiva (con televoto via Twitter, App, Facebook) e più spietata di tutti i tempi è appena cominciata, e un verde Alessandro Cattelan si occupa di dare il via alle danze: tra le novità di quest’anno oltre al grande contributo interattivo c’è la possibilità di ascoltare un doppio audio della telecronaca commentata di La Pina e Diego che si trovano nel cubo per tutta la durata della trasmissione.

X factor 6 – I giudici | © Facebook Official Page

 

A rompere il ghiaccio è  Ics, esperimento di Morgan che per la prima volta nella storia del programma tenta una scommessa e propone un cantante dalla stoffa hiphop. Il pezzo scelto è Sex Machine di James Brown, in una versione del tutto riarrangiata con intermezzi rap e liriche scritte dallo stesso Ics. A sorpresa il rapper di Bologna lascia tutti a bocca aperta mostrando grande professionalità e savoir faire sul palco, improvvisando una performance a tempo piacevole e quasi perfetta. I 4 giudici, non hanno che giudizi positivi per il guerriero hiphop e sono sorprendentemente ricreduti.

Nicola è il primo Under ad esibirsi con “Io vivrò (senza te) di Lucio Battisti, al di là dell’impressionante somiglianza fisica a mio avviso rende il pezzo troppo preciso e privo di emozioni. Morgan crede abbia invecchiato uno dei brani del protagonista della novità musicale degli anni ’70, Arisa lo ritiene troppo accademico e manieristico, e un senza infamia e senza lode di Elio ci lascia pensare che forse la freddezza e la precisione di Nicola, che tra l’altro canta in maniera impeccabile, non sia solo una nostra impressione.

Il turno di Cixi è arrivato: la protagonista di Youtube appartenente al team Under Donna di Elio canta Florence and The Machine in maniera assolutamente impeccabile e come non ci saremmo mai aspettati da una ragazzina di 16 anni. La sua versione di “You’ve Got The Love” è davvero controllata e di grande classe, come gli stessi giudici la definiscono.

Gli Akmè rompono il ghiaccio per i gruppi, “My Kind of Love” di Emeli Sandé vede protagonista la parte femminile e mette quasi in secondo piano sia visivamente che musicalmente i due cantanti maschili che si limitano ad un sottofondo corale quasi madrigale.
Morgan li trova antichi ma nel senso positivo del termine, il resto dei giudici ritiene intelligente la scelta di Arisa di evidenziare la parte femminile talentuosissima del trio pugliese.

Arriva il turno di Daniele, secondo Under che regala una versione di “Strange World” di graffiante e molto rock, Morgan lo definisce un grande talento dalla voce equalizzata e tra i complimenti degli altri giudici e del suo coach, l’ossigenato cantante va via visibilmente emozionato.

Morgan presenta il suo secondo talento in gara: è il turno della goffa e buffa Chiara che si esibisce in Purple Rain di Prince in un riarrangiamento “lennoniano” come lo stesso Morgan dice. A parte le mie preferenze, ritengo sia stata una delle esibizioni più belle ed emozionanti, sarà l’atmosfera un po’ fine anni ’70, sarà l’intonazione perfetta e la pulizia delle note, ma Chiara è stata una delle migliori. I giudici però non la pensano così e ritengono il pezzo solo una scelta dei gusti di Morgan che ha messo da parte il genere che si addice di più alla ragazza (non è vero assolutamente).

Nicola è il primo talento “meno votato” ad andare al ballottaggio, chiudendo così la prima parte di esibizioni con un artista internazionale, che torna sulla scena musicale proprio in anteprima sul palco di X Factor. Un Robbie Williams visibilmente appesantito dagli anni non ci delude e regala al pubblico italiano la performance di “Candy” singolo estratto dall’album che uscirà il 5 Novembre.

X Factor 6

Le “Donatella” aprono la seconda parte del programma, ci regalano una performance tutta electropop di “Time Bomb” di Kylie Minogue. Le gemelle modenesi sono emozionatissime, ma bucano lo schermo e mascherando la voce in maniera sapiente ci fanno percepire che possono puntare su altri elementi forti appartenenti alla loro artisticità, concludendo una performance dal gusto British, fresco e giovane. Yendry canta “Per Sempre” di Nina Zilli, e come avevamo notato nei casting e negli home visit anche in quest’occasione si mostra vocalmente debole. Le sue potenzialità sono enormi, ma come stesso i giudici dicono sembri tirare il freno a mano al momento del bisogno.

Romina è l’ultimo Over ad esibirsi con “Duel” dei Propaganda,  il suo Morgan ha deciso di stravolgerle la vita: un cambio look e  un cambio genere la conducono alla riscoperta della new wave anni ’80 e  le donano una nuova luce mettendo in risalto delle doti da cantante professionista davvero eccezionali. Davide è il simbolo di chi realizza il sogno della vita a soli 19 anni, “A chi mi dice” dei Blue è il pezzo scelto da Simona. Impeccabile, intonato e controllato riceve il consenso dei giudici che lo promuovono a pieni voti.
Il momento dei Frères Caos è arrivato, “Somebody that I Used to Know” di Gotye è cucito addosso al duo fraterno così strano ma così raffinato che mostra una sicurezza sul palco degna di grandi professionisti.
L’ultimo talento a chiudere il Live Show è Nice, la Noemi sorridente e piena di energia scelta da Elio che si esibisce con “L’ultima Occasione” di Mina. Per Arisa lei è la “nuova mina”,  Morgan è meravigliato, Simona apprezza la scelta tutta italiana e il suo giudice la definisce una belva.

X Factor ci svela il colpo di scena della prima puntata: i talenti scartati agli home visit hanno di nuovo la possibilità di entrare a far parte del programma, infatti a fine puntata ogni giudice ha scelto un solo talento tra quelli tagliati fuori. Per questa settimana i cantanti prepareranno delle esibizioni e nel prossimo live si contenderanno un posto all’interno del programma.
Elio prova a tenere Gaia, protagonista del ballottaggio con Yendry, Arisa prende i giovanissimi “Up3side”, Simona per coerenza sceglie Alessandro e Morgan cerca di dare una seconda possibilità a Michele.

Dopo questo intermezzo scopriamo che la meno votata per la seconda parte è Yendry, la quale si esibirà in un cavallo di battaglia e un pezzo a cappella con Nicola. Il primo pezzo è “When I get You Alone”, che ci mostra un Nicola funky e pop, totalmente opposto all’etichetta data dal suo giudice Simona. Yendry canta “Blue Jeans” di Lana del Rey mostrando la solita delicatezza a tratti interpretabile come debolezza  e timidezza vocale. Dopo le performance a cappella il giudizio dei giudici è chiaro:  preferiscono tenere Yendry perché è come carta bianca su cui scrivere, rispetto ad un Nicola già formato accademicamente e più difficile da domare.

La seconda puntata ci riserverà grandi sorprese: i talenti sono stati conosciuti e quindi ha inizio sul serio la gara, vedremo un nuovo talento entrare e prendere la rivincita, grandi ospiti e giudici agguerriti continueranno nella ricerca della nuova popstar. L’edizione più social di sempre vanta ancora una volta una colonizzazione a 360 gradi, i telespettatori potranno votare i talenti da qualsiasi piattaforma, nuove news e nuovi sondaggi sono resi disponibili durante la settimana e durante la puntata è interessante come poter interagire con l’intera community di X Factor.
La direzione artistica di Luca Tommassini è come sempre impeccabile, e a differenza di altre edizioni ha sapientemente minimalizzato tutti gli elementi di contorno, facendo risaltare come sempre il talento canoro dei partecipanti.

Il livello artistico della squadra di quest’anno è davvero molto alto, per cui i giudici dovranno essere intelligenti nelle scelte dei brani, riarrangiandoli nella maniera che più mette in evidenza le doti artistiche dei concorrenti. Nicola è stata vittima di una scelta sbagliata, la somiglianza fisica con Battisti gli è costata tanto, che il suo giudice abbia preso una semplice svista?

Ovviamente da una che porta lo scudetto al petto non ce lo aspettiamo, ma ci chiediamo se l’anno scorso la vittoria sia stata merito delle sue scelte o merito del grande talento di Francesca Michelin. Ritengo Nicola abbia potuto cantare qualcosa di più fresco e leggero, facendo un grande lavoro di recupero per quanto riguarda la durezza accademica che si ritrova. Indubbiamente un ragazzino di 18 anni non è in grado di interpretare la disperazione del pezzo di Battisti, ma fa del suo meglio regalando un’esecuzione perfetta dal punto di vista tecnico. Tutti questi punti a sfavore gli sono costati l’abbandono del programma.

Voi pensate sia stata una scelta sbagliata di Simona? Staremo a vedere le prossime puntate cosa avranno da proporci.

X Factor 6 – Le Donatella “Time Bomb”

Tags: , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Lo studio del pianoforte avvicina il suo cuore alla musica in tenera età facendole sviluppare presto una passione per tutta la musica esistente. Appassionata di musica strumentale è una biologa prestata alla critica musicale. Amante dell'indierock, la sua unica certezza i Radiohead. La musica, l'evoluzione e i numeri la sue passioni.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi