News Simona Ventura - Arisa © Arisa Official Facebook Page

Pubblicato il novembre 5th, 2012 | da Carmen Pierri

0

X Factor 6: polemiche, litigi e superospiti per il quarto live show

I preparativi fervono per la quarta puntata del live show di X Factor 6, giovedì prossimo al Teatro della Luna i concorrenti a dover abbandonare la competizione saranno due, e i giudici dovranno mettercela tutta per assicurarsi qualche posticino in finale.
Il superospite della prossima puntata sarà Emis Killa, giovane rapper milanese, che in continuità con il tema dell’attuale edizione di X Factor “sperimentazione rap/hiphop” di cui Morgan si fa portatore sano, si esibirà con “Parole di Ghiaccio”, regalandoci una performance inusuale per un talent show.
Sebbene i giudici e i vocal coach siano impegnati con le assegnazioni e con la preparazione delle esbizioni, le immancabili polemiche trovano sempre spazio anche dove non dovrebbero.
Dopo l’eliminazione di Alessandro Mahmoud, la scorsa puntata, sentendosi vittima di un complotto da parte dei colleghi, il giudice Simona Ventura ha affermato:

“E’ stata fatta una porcata. Ma lo sapevo fin dalla vittoria dell’anno scorso. A me interessa che i miei ragazzi abbiano una vita fuori di qua. Alessandro ha il pubblico dalla sua parte.”

Indubbiamente Simona ci è andata giù pesante con queste dichiarazioni, e la sua collega Arisa sembra non averla presa tanto bene.  La cantante infatti è stata incolpata di essere stata imparziale e di aver mandato a casa Alessandro senza aver affidato il giudizio nelle mani del pubblico.
Se l’anno scorso i giudici venivano incolpati di ignavia nell’affidare il giudizio nelle mani degli spettatori, quest’anno la regola sembra essere tutt’altra, e sembra un volere arrampicarsi generale sugli specchi.

Simona Ventura – Arisa © Arisa Official Facebook Page

Dall’altra parte, dopo un giudizio di Simona sulla performance delle Donatella, definite abbastanza “scarse” dal punto di vista vocale, la loro giudice Arisa, dopo averle difese a spada tratta, pubblica sul suo profilo Facebook la seguente dichiarazione:

“Ho rivisto la scorsa puntata e devo ammettere che effettivamente durante l’esibizione delle Donatella ci sono state delle imperfezioni vocali. Sono stata poco educata nei confronti di Simona, sottolineando che non fa il mio lavoro e che non ha le competenze tecniche per giudicare vocalmente un’esibizione. Non avevo nessun diritto di dire una cosa del genere, me ne vergogno e non ho nessuna giustificazione.
Pertanto chiedo scusa pubblicamente a Simona Ventura e spero che perdoni la mia istintività, non accadrà più.
Tutto ha un limite e io devo darmi una regolata, altrimenti divento come non vorrei mai essere e poi mi tocca buttarmi nel cesso e tirare la catena. Scusa Simo.”


Pace fatta dunque tra le prime donne del programma o è solo una calma apparente? A quanto pare il litigio non sembra finito, la vocal coach Paola Folli ha pubblicato uno stato su Facebook dal tasso ironico molto alto (riferendosi alle carenze vocali di Frères Caos e Donatella), e poi, presa dai sensi di colpa ha pubblicato il seguente stato su Facebook:

“Ragazzi, forse è il caso che ci diamo tutti (me compresa) una calmata 🙂
Accetto assolutamente qualsiasi tipo di critica perché la ritengo sempre e comunque costruttiva,  credo però che sarebbe utile che tutti 🙂 vivessimo questa vicenda con maggiore serenità:-)…Detto questo, mi rendo conto che il tono e il contenuto del post possano avere infastidito chi segue X Factor e apprezza le Donatella e i Frères Chaos, non avevo ASSOLUTAMENTE nessuna intenzione di mancar loro di rispetto, sono bravi ragazzi e gli auguro il meglio, sinceramente.
Chiedo scusa a chi si possa essere sentito offeso, mi sono lasciata prendere dall’emotività della situazione e forse avrei dovuto evitare di esprimere giudizi a caldo: del resto questo dimostra come a X Factor la gara sia autentica e di come noi stessi, giudici e vocal coach, ne siamo profondamente coinvolti.
Agli Home Visit Alessandro non aveva cantato esprimendo appieno le sue capacità. Purtroppo la televisione ha mandato solo una piccola parte dell’audizione e le scelte sono state fatte dopo aver ascoltato diversi brani che però non sono stati mostrati, brani in cui Mahmoud non era stato all’altezza e Nicola si… L’altra sera Mahmoud ha lottato con i denti ed è per questo che secondo me meritava di restare… però è’ andata così ed è giusto accettare il verdetto.
A questo punto faccio un mega in bocca al lupo a tutti gli artisti e …che vinca assolutamente il migliore.!!!Ad maiora!:-)”

Beh ha tutta l’aria di essere una quiete provvisoria, e francamente trovo anche di cattivo gusto che professionisti del genere debbano ricorrere a questo tipo di trucchetti per attirare l’attenzione. Una trovata televisiva, un motivo per scuotere la competizione o fanno sul serio? Non pensate sia un po’ esagerato tutto questo polverone social?
D’altro canto a commentare tutta questa instabilità ci ha pensato Mogol, il quale ostile a qualsiasi tipo di talent show ha dichiarato:

“Quello che manca è un giudizio oggettivo: non si può essere di parere opposto dopo un’esibizione. E il giudizio è figlio della competenza. Non si capisce che questa è cultura popolare, che la canzone costruisce il linguaggio sentimentale delle persone.
Il profitto e lo spettacolo non sono tutto, bisogna cercare la qualità. Io e Battisti oggi non saremmo usciti, non saremmo andati da nessuna parte.”

Giudizi abbastanza forti quelli del grande Mogol, ma che in fondo non ci sembrano del tutto sbagliati. Chi sarà il prossimo eliminato? E quale giudice sarà pronto a darsene di santa ragione a colpi di social? Staremo a vedere…

Tags: , , , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Lo studio del pianoforte avvicina il suo cuore alla musica in tenera età facendole sviluppare presto una passione per tutta la musica esistente. Appassionata di musica strumentale è una biologa prestata alla critica musicale. Amante dell'indierock, la sua unica certezza i Radiohead. La musica, l'evoluzione e i numeri la sue passioni.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi