Senza di te" è il brano che Zibba porterà alla 64° edizione de..." /> Zibba: "Senza di te" testo | MelodicaMente

Testi e Traduzioni

Pubblicato il febbraio 1st, 2014 | da Luisa Fazzito

0

Zibba: “Senza di te” testo

Senza di te” è il brano che Zibba porterà alla 64° edizione del Festival di Sanremo nella sezione Nuove Proposte. Il singolo è in rotazione radiofonica dal 28 Gennaio.
Al Festival di Sanremo Zibba sarà accompagnato da Andrea Mirò la quale dirigerà l’orchestra. Zibba è, oltre che interprete, autore e per questo spiega:

E’ una confessione al buio. È riconoscere gli errori quali base per costruire bellezza. “Credo in noi come se fossimo di un’altra generazione”. Uno sguardo al passato, uno al futuro di un figlio. Una lettera d’amore trovata sul comodino mentre alla radio suonano una canzoncina in levare

Senza di te” farà parte dell’album “Senza pensare all’estate“, sesto disco di Zibba e Almalibre, che sarà pubblicato a metà febbraio.

Zibba | © Nicolò Puppo

Zibba | © Nicolò Puppo

“Senza di te” – Zibba

Io che ho fin troppe parole
E a volte resto in silenzio
Adesso sono qui a scriverti
chiedendo quasi perdono
Per le cose che do per scontato
e perché ci siamo scelti
e che magari vorresti sentire
ogni tanto da me

Mi piacerebbe giocare di più
A volte lasciarmi andare
ma mi riduco a un pensatore noioso e volgare
Spesso nemico del tempo
Specie se non ti ho accanto
Stanotte dormi da sola
Mi va a fuoco la gola

Credo in noi come se fossimo
di un’altra generazione
quella del bene sopra la ragione
Quella che domenica andiamo a lago
Che ho bisogno di svago

Senza di te
Non amerei tutti i miei errori
Senza di te
Un mondo senza le canzoni
Senza di te
Non me lo voglio ricordare
Stare lì a guardare
Al buio non è affatto uguale

Senza di te
Una finestra senza vetri
Senza di te
Un’estate senza il mare
Senza di te
Non mi ricordo come fare

Ti tocca il ruolo di amante neutrale
Sei la tua parte migliore
Quello che riesce ad uscire ogni giorno
Da tutto quel tuo lavorare

Hai conosciuto il mio peggio
E con il tuo mi hai fatto male
Le cose semplici ai vigili urbani
E a noi una città più reale

Ci scopriremo nel tempo
Per poi coprirci con cura
E costruiremo sbagliando

E forse non avrò paura
E regalandoci vita
Scambiando sangue e opinioni
Vedremo i giorni fiorire
negli occhi di un figlio
che avrà i miei bottoni

Credo in noi come se fossimo
di un’altra generazione
quella del bene sopra la ragione
Quella che aspetto anche tutta la vita
Per vederti tornare dalla guerra mondiale

Senza di te
Non amerei tutti i miei errori
Senza di te
E’ un mondo senza le canzoni
Senza di te
Non me lo voglio ricordare
Stare lì a guardare
Al buio non è affatto uguale

Senza di te
Una finestra senza vetri
Senza di te
Un po un’estate senza il mare
Senza di te
Non mi ricordo come fare

Senza di te
Non amerei tutti i miei errori
Senza di te…

Tags: , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Appassionata di calcio e sport, amante di tutto ciò che è rock e grunge, apprezza la musica e ne scrive quotidianamente. Ama i live e segue con passione gli eventi mediatici, coordina con entusiasmo il gruppo editor di MelodicaMente.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi