“Il Mio Passo” è la complessa trama di generi musicali di cui Carmine Capasso si occupa. L’indecisione tra il rock, il melodico, la lentezza e la tenacia è viva nell’EP del giovane cantante, e traspare dalle parole, dai testi, dalla musica e dalla molteplicità dei temi trattati. Indubbiamente  l’esperienza musicale di Carmine dovrà trovare una strada da intraprendere necessariamente per mostrare la sua propensione verso uno dei generi musicali nel quale si rispecchia.
“Volo Via” è l’intro di un EP interessante ha tutto il carattere rock italiano, dal quale avrà sicuramente preso ispirazione, con piccoli momenti di batteria che a tratti ci ricordano “Hysteria” dei Muse.
Il ritornello ci riporta direttamente ai Timoria degli anni 90, al rock che purtroppo non c’è più, ma dal quale sicuramente un seme di ispirazione ripreso da Carmine avrà modo di svilupparsi facendolo crescere e maturare nell’universo complesso del rock. I momenti lenti di questo disco sono ancora immaturi per poter decollare, e probabilmente non rientrano tra i generi che più si avvicinano alla personalità dell’artista, ma il tempo e l’esperienza saranno a lui di grande aiuto.

Carmine Capasso - Il Mio Passo - Artwork
Carmine Capasso – Il Mio Passo – Artwork

Il titolo dell’album “Il mio passo” è sicuramente eloquente, e racchiude, nonostante la sua giovane età, l’esperienza del cantante e musicista, il quale vanta già una piccola carriera e tante soddisfazioni. “Ho vissuto con te” è un nostalgico racconto di una storia finita, terminata con il rammarico e la sofferenza, e seppur dal carattere lento nostalgico e romantico, non vengono trascurati e lasciati in disparte gli assoli di chitarra, ricchi di un carattere quasi blues, al quale Carmine probabilmente fa riferimento. Sicuramente Carmine ha tantissima strada da fare e tantissime altre esperienze da raccontare. “Qui” è l’ultimo brano di “Il Mio Passo” e sembrerebbe il più incentrato in quanto a melodia, parole e trasporto emotivo. Probabilmente è la strada musicale giusta da intraprendere al momento, perché risulta essere la più riuscita e quella più credibile. Le influenze musicali sono indubbiamente tantissime, e le cose da raccontare altrettanto, ma Carmine è una stella nascente della musica leggera italiana e sarà deciso ad intraprendere il sofferto percorso di chi decide di vivere solo con la musica.

 

RASSEGNA PANORAMICA
Voto Melodicamente
CONDIVIDI
Articolo precedente“Papa Nero”, Sir Oliver Skardy apre un contest per il remix del famoso brano
Prossimo articoloI Green Day headliner al Festival di Reading and Leeds
Lo studio del pianoforte avvicina il suo cuore alla musica in tenera età facendole sviluppare presto una passione per tutta la musica esistente. Appassionata di musica strumentale è una biologa prestata alla critica musicale. Amante dell'indierock, la sua unica certezza i Radiohead. La musica, l'evoluzione e i numeri la sue passioni.

2 Commenti

  1. con la grinta e il sacrificio si puo raggiungere qualsiasi abbiettivo e da quando ti conosco nn ti ho mai visto perdere una di queste, xk la musica fa parte della tua vita nn ne puoi far a meno continua cosi ti voglio bene!

  2. Io trovo particolare il fatto di poter ascoltare in un solo EP le varie sfaccettature musicali di un artista, anche per non ritrovarsi di fronte al solito confezionato genere italiano trito e ritrito. Alcuni brani come “Volo via” , “Le ultime note di Drake” e “Qui”a mio avviso sono pronti per passare nelle radio nazionali e a fare la differenza con tanti altri “artisti fotocopia” nei giorni nostri.

Rispondi