Con molta probabilità sarà l’abitazione di Amy Winehouse a Camden Square l’edificio destinato ad accogliere la fondazione di riabilitazione in sua memoria. Secondo quanto riferisce oggi il The Sun, la casa della compianta fungerà da quartier generale per Fondazione Amy Winehouse e, secondo i progetti del padre Mitch, la fondazione si occuperà di una serie di cause tra cui aiuti per bambini con problemi o ammalati e sarà gestita separatamente dalla campagna per aiutare i giovani tossicodipendenti. Una fonte vicino alla famiglia di Amy Winehouse ha riferito al giornale inglese i piani dei familiari della giovane cantante scomparsa il 23 luglio scorso: “La famiglia di Amy pensa che sia troppo prezioso rinunciare all’abitazione, da qui è nata l’idea per proporla come sede della fondazione. La famiglia non vuole affittare o vendere l’appartamento a Camden Square con il rischio che possa impossessarsene una persona totalmente sbagliata, si sarebbe potuta vendere la casa, ma in un giorno lontano, non adesso“.

© BEN STANSALL/AFP/Getty Images
I piani ufficiali per la fondazione saranno annunciati il 14 Settembre prossimo, giorno in cui la Winehouse avrebbe compiuto 28 anni. Intanto Tony Bennett ha già dichiarato di pubblicare il duetto con Amy Winehouse, “Body and Soul” come primo estratto di “Tony Bennett: duets” nuovo album di duetti dell’artista americano. Il Crooner ha fatto sapere di voler donare tutte le royalties del duetto alla fondazione: “Tutti i diritti d’autore andranno alla fondazione che il padre di Amy sta lanciando per insegnare a tutti i bambini a non drogarsi
Casa di Amy Winehouse a Camden Square | © Neil Mockford/Getty Images

Rispondi