Momento magico e surreale, ma soprattutto divertente in quel di Lione, Francia, dove i Kasabian assieme ai fan sono stati protagonisti di una serata e un concerto davvero molto particolare.

La formazione ha lanciato un appello e i fan si sono presentati armati di cuscini che sono stati lanciati in aria al fine di creare un vero e proprio vortice di cuscini colorati che ha scatenato una battaglia con protagonista la band stessa.

Come documenta il video che vi proponiamo a fine articolo, sulla canzone “LSF” è scattato il tripudio generale e, si può vedere Pizzorno e soci che si destreggiano nell’evitare di fungere da bersaglio. Una versione di “LSF” sicuramente anomala.

Intanto, la band inglese è alle prese con un tour che li sta portando ogni giorno in una splendida location europea e non: questa sera i Kasabian saranno al Pohoda Festival, per poi passare al festival T in The Park, per volare poi in Spagna al Mallorca Rocks e all’Ibiza Rocks e finalmente in terra italiana. Ormai le date le saprete a memoria ma ve le ripetiamo nuovamente: 14 luglio a Ferrara al Motovelodromo, 15 luglio a Lucca, 18 a Roma all’Ippodromo delle Capannelle ed infine il 19 a Milano, all’Ippodromo vicino allo Stadio di San Siro. Proprio in occasione della data milanese, i Kasabian incontreranno i fan giovedì, a partire dalle 17 alla Fnac di Milano in Via Torino. Il gruppo firmerà le copie di “Velociraptor” e regalerà un mini-concerto acustico prima di trasferirsi in quel dell’Ippodromo per il vero e proprio concerto.

Tom Meighan - Kasabian
Tom Meighan - Kasabian | © Michael Buckner/Getty Images

I Kasabian e il loro amore verso gli Stone Roses:

Intanto, i Kasabian, soprattutto grazie ai suoi rappresentati principali quale Tom Meighan e Sergio Pizzorno sono sempre fonte di interessanti considerazioni. Recentemente, proprio parlando con NME, Sergio ha spiegato che “Ian Brown è uno dei frontman più carismatici di tutti i tempi, una vera e propria star”. Il cantante degli Stone Roses sembra essere dunque molto ammirato da Pizzorno che lo “paragona” addirittura a Bowie o Marc Bolan dicendo che sono le classiche persone che quando entrano in una stanza fermano il tempo; elogi anche per gli altri musicisti della formazione, definiti da Sergio come incredibili. Sempre il componente dei Kasabian sottolinea come, secondo lui, gli Stone Roses sono importanti anche per il pubblico giovanile che non può non notare la bravura e il carisma della band.

Pizzorno, inoltre, è stato intervistato anche da Metro, dove sono emersi alcuni punti molto interessanti: secondo il componente dei Kasabian, infatti, Internet ha completamente modificato in negativo e positivo l’industria discografica. Pizzorno parla del leak degli album e di quanto gli manchi la sensazione delle persone che si mettevano in coda fuori dal negozio di dischi il lunedì mattina per comprare le ultime uscite. Inoltre, Sergio, spiega quanto sia fastidioso ascoltare solo alcune canzoni di un disco, ritenuto “costruito come un’opera d’arte. Sono fatti per essere ascoltati per interno. E’ un viaggio”.

Alla domanda sugli aspetti principali della carriera, raggiunti fino ad ora, Pizzorno risponde: “Tre album alla numero uno, in un colpo solo. Essere considerati una band “alternativa” e riuscire ancora ad esserlo, questo è piuttosto speciale.”

L’uscita di “Live at the O2!”, DVD Live dei Kasabian:

Intanto, ricordiamo che il DVD “Live at the O2! è stato rilasciato alla fine di giugno e, dalle prime voci, sembra essere un prodotto davvero imperdibile. Ricordiamo che, come abbiamo già ampiamente illustrato, il DVD si basa sul concerto realizzato dalla band il 15 dicembre scorso, davanti a circa 20.000 persone. Il gruppo, sempre più sulla cresta dell’onda, si sta togliendo davvero molte soddisfazioni ed ecco anche il primo ufficiale prodotto registrato live, con del materiale esclusivo annesso.

Rispondi