Alla fine arriva l’annuncio dell’annullamento dell’intero tour americano dei Kings Of Leon. Il sospetto degli ultimi giorni, dopo l’annullamento delle tappe di Dallas e di Houston, si è concretizzato con lo stop forzato per la band di “Use Somedaby“.

Qualche giorno fa, a causa di alcuni problemi di alcol del frontman Caleb Followill, il gruppo era stato costretto a terminare anzitempo (dopo aver eseguito appena nove brani in scaletta) il concerto di Dallas tra i fischi del pubblico. Jared Followill, bassista e fratello di Caleb, aveva cercato di giustificare la decisione di interrompere il concerto addossando unicamente la colpa al cantante, postando poi su Twitter: “Ci sono problemi più grossi che non bere troppa Gatorade“.

Nella giornata di ieri una nota rilasciata dal portavoce dei KoL recitava così:
Siamo spiacenti di dover annullare il tour per la sofferenza di Caleb sia vocale che dovuta alla stanchezza. La band è amareggiata ma per offrire ai fan lo spettacolo che meritano devono prendere questa pausa – le tappe annullate sarebbero circa 30 – Purtroppo le date degli Stati Uniti non possono essere riprogrammate per gli impegni internazionali della band, pertanto i biglietti verranno debitamente rimborsati“.
Infine Jared ha voluto precisare che nonostante quanto si vocifera ormai da giorni, la band non è a rischio rottura ma ha solo bisogno di risolvere questioni interne prima di ripartire con un nuovo successo.
Il tour, salvo complicazione dovrebbe riprendere il prossimo 28 settembre da Vancouver, Canada.

Rispondi