Dopo la dipartita di Mark Tulin, scomparso a causa di un arresto cardiaco, cominciano ad arrivare i primi messaggi di cordoglio. Ecco cosa ha detto il frontman degli Smashing Pumpkins, Billy Corgan, con il quale Tulin aveva stretto negli anni una grande amicizia.

Mark è stato parte di un movimento di ragazzi di periferia nella seconda metà degli anni ’60 che ha cambiato il mondo con il loro modo di suonare e di sognare. Dalla loro immaginazione sono nati tanti sogni e ogni sorta di desiderio. Era soprannominato Professor Psychedelic e lui ne andava orgoglioso […] Suonare con Mark è stato sempre una gioia, è stato veramente un grande, simpatico musicista, un vero bassista che conosceva il suo strumento […] E ‘morto almeno facendo quello che amava fare, aiutando gli altri, come volontario, facendo parte di un squadra di soccorso che hanno aiutato i subacquei in difficoltà al largo Catalina Island “.

Aggiunge Billy Corgan di aver scritto poche parole per il suo amico dopo essersi svegliato da un sogno in cui era presente anche Mark. Si trovava in una festa in un cortile, sapeva che Tulin era morto  e si ritrovò a guardare il musicista e si chiedeva: “Come è possibile che lui sia qui?” continuava a guardare il bassista che sembrava tranquillo. Alla fine erano soli su un divano e chinandosi verso Mark questo gli disse: “Mark, è un sogno?Perché non si sente come un sogno“. Lui annuì con la testa, preoccupato del fatto che ero un pò confuso. Sorrise e disse, sperando di
spiegare il suo essere lì: “Beh, è solo che ora non siamo di fretta“.

Rispondi