Lo storico membro dell’Equipe ’84 proprio nel giorno della fatidica fine del mondo ha purtroppo salutato il mondo terreno. Franco Ceccarelli fu fra i fondatori dello storico gruppo beat italiano che visse cambi di formazione, scioglimenti e reunion varie. Ceccarelli nacque a Modena nel 1942 e dopo una vita dedicata alla musica si è spento sempre a Modena proprio oggi, 21 Dicembre 2012. A 70 anni è scomparso quindi un altra sicurezza della musica nazionale, in un anno profondamente intriso di morti note come abbiamo potuto appurare nel corso di questo 2012 da Whitney Houston passando per Lucio Dalla. La notizia della scomparsa di Franco Ceccarelli è stata diffusa dal comune di Modena dove l’artista viveva e il sindaco del paese, Giorgio Pighi, ha commentato dicendo che la perdita è di quelle dolorose, un dolore aumentato e reso particolare proprio per la perdita di un artista. Come si suol dire in questi casi “ci resta la sua musica, che ha continuato a suonare fino all’ultimo”.

Equipe 84
Equipe 84 | Wikipedia

L’assessore di Modena ha proseguito dicendo che la sua morte improvvisa è stata davvero una fitta acuta di dolore ma che le canzoni con l’Equipe hanno cambiato il volto della città e dell’Italia con leggerezza ma hanno anche accompagnato e favorito trasformazioni sociali e generazionali. Una rivoluzione dolce, una rivoluzione molto attenta a non essere mai invasiva o estrema ma una libertà assoluta di espressione. Parole di grande affetto e ricordo quelle diffuse da Roberto Alperoli, l’assessore della cittadina.

Ricordiamo che Franco Ceccarelli è morto improvvisamente nelle prime ore del 21 Dicembre 2012 e lascia la figlia Sandra, attrice. Una vita dedicata alla musica sotto più punti di vista, dalla storica Equipe 84 passando per l’attività di produttore di cui si ricorda il lavoro fatto con Pierangelo Bertoli per due dischi quali “Il centro del fiume” e “S’at ven in meint”. Apprezzato autore, di cui si ricorda la collaborazione con i Nomadi per brani come “Sera bolognese”, Franco Ceccarelli nel 1996 ha pubblicato il libro “Io ho in mente te. Storia dell’Equipe 84” che non è semplicemente una autobiografia collettiva ma un libro di ricordi di periodi mitici. Addio Franco Ceccarelli.

 

 

Rispondi