“Dedico questa vittoria a tutti quelli che credono in me, specie ai miei genitori che mi hanno supportato in questa avventura sanremese da vicino e da lontano. Ho maturato l’interpretazione di questo brano nel tempo insieme al maestro Peppe Vessicchio, lavorandoci giorno per giorno. Anche qui a Sanremo l’interpretazione è stata diversa di volta in volta e penso che quella insieme ad Alessandra Amoroso sia stata la migliore: sono molto contento, devo dire grazie a lei, ai miei fan, a quelli che abbiamo in comune e alla sintonia che ci unisce e che ci ha permesso di stare così bene sul palco”, queste le parole del 60° vincitore del Festival di Sanremo, Valerio Scanu, con il brano “Per tutte le volte che“, scritto da Pierdavide Carone.

Quindi il giovaneValerio, che entra in sala stampa, da vincitore, e ci tiene a ringraziare tutti, lo fa in maniera semplice ed emozionata e chiude il suo intevento, dicendo: “Ho preso sanremo come un trampolino, non sono venuto qui con l’idea di vincere. L’ho presa come un’opportunità, non pensavo di poter vincere“.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.