News Arisa - Vanity Fair

Pubblicato il marzo 13th, 2012 | da Luisa Fazzito

0

Arisa a Vanity Fair: “Se ti dice mi piace per come sei è una bugia”

Sicuramente è stata tra le rivelazioni dell’ultimo Festival di Sanremo, lei, Arisa , che ha stupito tutti per il suo nuovo look, che già avevamo avuto modo di apprezzare nel corso dell’ultima edizione di X Factor dove vestiva i panni di giudice del talent show, e per il brano che molto si scostava da quelli a cui la cantante ci aveva abituati.

Forse quell’Arisa con occhialoni e abiti bizzarri di “Sincerità” e “Malamorenò” era un personaggio simpatico ma quello di “La Notte” è certamente molto più credibile. Il brano, con il quale si è classificata al secondo posto a Sanremo 2012, è stato scritto per lei da Giuseppe Anastasi, suo ex fidanzato. E il testo non poteva allontanarsi dal tema dell’amore, quello finito, quello di Arisa e Giuseppe.

Arisa - Vanity Fair

La cantante si è aperta in una lunga intervista per Vanity Fair che le dedica la copertina in edicola dal 14 marzo in cui appare coperta solo da un lenzuolo biano e una lunga frangia nera quasi a volerle nascondere gli occhi scuri.
Soddisfatta per il successo di “La Notte” che dopo il secondo posto a Sanremo è da settimane il brano più scaricato su iTunes, ciò che più la gratifica è l’essersi piaciuta, come spiega:

Quello che conta è che mi sono rivista e non ho cambiato canale. Spesso quando mi rivedevo cambiavo canale, non mi piaceva quello che vedevo. La prima Arisa era nata da un paio di occhiali comprati per 214 euro, che erano, e sono, tanti soldi“.

Continua la lunga chiacchierata con Vanity Fair e spiega la decisione di dare una svolta, un cambiamento alla sua immagine:

Dopo Malamorenò ho avuto il disgusto un po’ di tutto. Mi vedevo brutta, grassa, la mia storia stava finendo. Ho iniziato a tagliarmi i capelli, sempre più corti, e a dimagrire. Prima pesavo 72 chili, mangiavo solo pasta, pane, pizza. Sempre applicando la legge dell’attrazione, penso intensamente che quello che sto mangiando non mi farà ingrassare. Da magra ti stanno bene anche le cose che costano niente, ti entrano anche i maglioni stretti e infeltriti. Però gli uomini adesso mi guardano in certi modi, e io non so che cosa vogliono

Beh, che cosa pensa che possano volere? E’ la domanda che le viene posta e alla quale risponde senza troppi giri di parole:

Scoparmi, lo so, ma io non voglio. Io per fare l’amore ho bisogno di tempo: mi devo abituare all’odore. Una botta e via mi è successo, ma sono state cose tristi. Non solo dopo, anche durante. Nel privato non avevo complessi perché pensavo che, se piacevo a Giuseppe, allora andava bene. Il mondo è pieno di uomini che ti dicono “mi vai bene così come sei” solo per non sentire che ti lagni. Ma non è vero: se sei grassa, a disagio con te, non ti piaci e non piaci a lui. “Sei bella sempre” è una bugia“.

Tags: , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Appassionata di calcio e sport, amante di tutto ciò che è rock e grunge, apprezza la musica e ne scrive quotidianamente. Ama i live e segue con passione gli eventi mediatici, coordina con entusiasmo il gruppo editor di MelodicaMente.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi