E’ disponibile da oggi, 12 Luglio “Sinfonia concertante in Do minore“, opera ispirata ai testi dell’Apocalisse composta da Enrico Melozzi, violoncellista e compositore abruzzese. Melozzi è un noto autore di colonne sonore per il cinema che, nonostante la giovane età, ha già ha ottenuto diversi riconoscimenti, come il Nastro d’Argento e l’Ovidio d’Argento. L’opera “Sinfonia concertante in do minore” è stata composta in occasione della riapertura del Duomo di Teramo nel 2007 ed eseguita da Enrico Melozzi insieme all’orchestra Città Aperta. Attraverso i suoi quattro movimenti, l’opera traccia il percorso di una rinascita del genere umano ed è contraddistinta da una potenza sonoro-orchestrale fuori dal comune. “Quando mi è stato chiesto di comporre una sinfonia per la riapertura di un Duomo del 1300 – racconta Melozzi – il primo pensiero è andato alla sensazione che avevo di Dio quando ero bambino. Un Dio che mi faceva paura, che mi incuteva timore e rispetto altissimo. Ho deciso quindi di ispirarmi alle Sacre Scritture, in particolare a Ezechiele, che racconta del suo incontro con Dio, che fu così travolgente da lasciarlo tramortito a terra; il suono fragoroso dell’orchestra infatti è la rappresentazione di questo incontro, così violento e ricco di moniti. Per comporre questa sinfonia mi sono ispirato ai miei grandi maestri come Bach, Mozart, Beethoven, Stravinsky, ma anche ai grandi musicisti del cinema come Bernard Herrman“. L’opera è pubblicata dall’etichetta indipendente Cinik Records, distribuita da Edel e in digitale da Zebralution. L’opera è rappresentata in un linguaggio variegato e complesso, in un moto armonico continuo cheavanza con forza trascinante, con allusioni a classici come Bach, Stravinskj, Debussy, e con audacirichiami a moderne musiche da film. Allusioni e richiami trattati originalmente, che sollecitano lacomplicità degli esperti, ma ugualmente apprezzabili e godibili dai semplici amatori. Giorgio Gaslini commenta così l’opera: “La definirei un’opera ‘Titanica’ sia per la intensa e sentita qualità e significazione delle fontitestuali, sia per la potenza sonora-orchestrale impiegata, sia per un evidente senso superiore dellaforma. La forza e il rigore compositivo si impongono all’ascolto di questa Sinfonia. Quando dallafedeltà all’impianto tonale fa staccare parti strumentali da sole o intrecciate, e le porta in alto, liberate, significanti, ecco è allora che scopro una diversa bellezza protesa verso il nostro tempo“.

cover sinfonia concertante b
Enrico Melozzi - Sinfonia Sconcertante in Do Minore - artwork
Enrico Melozzi nasce a Teramo nel 1977, artista poliedrico nella scena musicale italiana spazia dall’attività di compositore a quella di concertista, muovendosi agilmente tra diversi generi e stili, dalla musica classica al jazz, fino alle più particolari forme di improvvisazione acustiche e elettroniche. Ha già composto diverse colonne sonore per il cinema ottenendo importanti riconoscimenti: Nastro D’Argento per “Il Gioco” diretto da Adriano Giannini; Rivelazione per la miglior Colonna Sonora al Roma Videoclip con “La Casa Sulle Nuvole” di Claudio Giovannesi; Ovidio D’Argento per “L’Uomo FIammiero” di Marco Chiarini. Nel 2007 fonda la Cinik Records, etichetta indipendente che dona ampio spazio a prodotti musicali di alta qualità. Attualmente è impegnato nella preparazione della partitura per una grande produzione australiana, “Pinocchio – The Ballet”, primo balletto sinfonico dedicato al personaggio di Collodi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.