giorgia 1

Antonio Melluso, un autore musicale genovese che si autodefinisce “minore”, ha denunciato che in Italia molti artisti famosi, da Giorgia ai Negramaro passando per i Litfiba, hanno tratto ispirazione da brani composti da lui e dal suo team, composto da Marco Magi e Eugenio Cugnoli. Melluso sostiene di essersi rivolto più volte alla Siae, ma senza successo, e così oggi ha diffuso una nota stampa in cui denuncia il “furto di ispirazione” di alcuni suoi brani da parte della Sony Music Italia, brani che lui e il suo gruppo tempo fa avevano loro stessi inviati alla casa discografica.
Melluso ha citato casi specifici, come “Estate“, dei Negramaro (“è interamente ispirata a un nostro pezzo che facemmo ascoltare alla Sugar Music”), “Sole Nero” dei Litfiba (“il nostro titolo originale è “Solenero”“) e “L’amore che conta” di Giorgia (“il nostro titolo originale è “L’amore dà senso”, da noi fatto ascoltare alla Sony Publishing“).

Sentiamo le parole dello stesso Melluso: “È una prassi ormai divenuta cronica ai danni di noi autori di canzoni cosiddetti minori. Molte majors italiane, in particolare la Sony Music Italia e la Sony Publishing Italia, e molti degli autori e interpreti che sono a contratto, attingono sistematicamente alle nostre idee creativo-musicali e testuali. Periodicamente noi le trasmettiamo a Milano, e ci vengono sistematicamente copiate. Siamo stufi. Non vogliamo mettere in discussione la professionalità di chicchessia, ma vorremmo che le case editrici musicali, le majors, i produttori, gli autori a contratto e gli interpreti stessi cominciassero a smetterla con questo genere di comportamenti ingiusti e collaborassero correttamente con coloro i quali forniscono l’humus creativo fondamentale, il pozzo mai estinto dei loro risultati finali editi e proficuamente riconosciuti“.

Sarà vero? Sarà falso? Noi non lo sappiamo, ma lasciamo giudicare a voi lettori, portando alla vostra attenzione uno dei casi citati da Melluso, la canzone di Giorgia “L’amore che conta”, confrontandola con la canzone di Melluso e Cugnoli “L’amore da senso”.

Ecco il testo di “L’amore dà senso”(autori Melluso e Cugnoli):
Oggi è un giorno / Come gli altri / Ma quale senso ha / Se sono solo / E guardo la gente / Che sa cosa fare / Che sa dove andare chi vuole amare / Quante le idee / Per riempire il tempo / Quanti gli ostacoli per arrivare / Ma non ci vogliono troppi sogni per vedere, per scoprire / Che l’amore da’ senso al soffrire / da senso a tutto quello che non puoi capire / da’ senso ad ogni giorno sprecato alle gioie che hai perso o buttato / e l’amore da’ senso al finire da’ senso a questa noia da cui non sai come uscire / da’ senso ad ogni errore passato alle foglie che il vento probabilmente ha portato per rifiorire il tuo prato / Oggi è un giorno / Come gli altri / Ma adesso voglio vita / Adesso voglio amore Il mare risplende nell’azzurro d’estate / Come le occasioni mancate / Come quegli incontri mai approfonditi / Come quei silenzi smarriti / Apro i miei occhi / Che hanno atteso e sperato / E chiudo i conti con tutto il passato / Oggi nel cuore ho provato a guardare e ho sognato e ho trovato / Che l’amore da’ senso…

Ecco invece il testo di “L’amore che conta” di Giorgia (autori Busbee, Jud Friedman, Allan Rich, Giorgia):

Di errori ne ho fatti / ne porto i lividi ma non ci penso più / ho preso ed ho perso / ma guardo avanti sai dove cammini tu di me / ti diranno che sono una pazza / ma è il prezzo di essere stata sincera / è l’amore che conta non solo i numeri, e neanche i limiti / è una strada contorta e non è logica, e non è comoda / nell’attesa che hai nell’istante / in cui sai che è l’amore che conta non ti perdere, / impara anche a dire di no / di tempo ne ho perso certe occasioni sai che non ritornano / mi fa bene lo stesso se la mia dignità è ancora giovane / di me ti diranno che non sono ambiziosa / è il prezzo di amare senza pretesa / è l’amore che conta non solo i numeri, / e neanche i limiti / è una strada contorta e non è logica, e non è comoda / nell’attesa che hai nell’istante in cui sai che / è l’amore che conta non ti perdere, impara anche a dire di no no, no, no no / a questo tempo d’ira e di cemento no, no, no, no / è l’amore che conta non solo i numeri, e neanche i limiti / è una strada contorta e non è logica, e non è comoda / nell’attesa che hai nell’istante in cui sai che è l’amore che conta non ti perdere, impara anche a dire di no

Fonte: Secolo XIX

3 Commenti

  1. Mi basta vedere le “somiglianze” tra la sua canzone ritenuta plagiata e quella di giorgia per far apparire a me questo tizio come un pagliaccio in cerca di pubblicità.
    Ma questo pirla almeno si rende conto che sole nero è un pezzo nato da un riff di ghigo nell’era margheri(quando ancora a stento la band riusciva a permettersi di fare dei concerti a modena e ad aosta)dove non avevano un contratto discografico e che il testo è stato modificato più volte prima della sua reale stesura?Basta ascoltarsi la versione demo contenuta nella deluxe edition per averne la prova.Come e quando avrebbero potuto prendere un pezzo di sto qui e renderlo loro?Ma davvero ma quanto è ridicola certa gente?Ma perchè non si trovano un lavoro serio sti tizi?Il ritornello è ripreso pari pari da occhi neri(loro canzone datata 1986 e mai pubblicata)è impossibile che si tratti di un plagio.Ma perchè non vanno al circo sti pagliacci?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.