Damon Albarn in una recente intervista ha parlato della sua collaborazione con Noel Gallagher per il brano dei GorillazWe got the power“, definendola un “giro d’onore” e “l’ultimo momento autocelebrativo del Britpop”.

Intervistato da Rolling Stone, Albarn ha detto: “Ad un certo punto, a lavorare su quella traccia c’eravamo io, Noel e Graham Coxon. Era l’ultimo momento autocelebrativo del Britpop. Era come se parlassimo di tutto il potere che abbiamo avuto anni fa. Ho deciso a quel punto di mettere la canzone alla fine del disco, come se fossero i titoli di cosa di un film. La presenza di Jehnny Beth? Era necessaria, il livello di testosterone era davvero fuori scala.”

Gli Oasis di Noel Gallagher e i Blur di Damon Albarn sono stati coinvolti in una delle più famose e accese rivalità degli anni Novanta ma col tempo i due sono diventati amici, come dice lo stesso Damon: “Noel non è stupido e io lo amo per questo. C’è stato un momento in cui ci hanno messo contro. E lui era superiore a noi, veniva dalla working class, suonava per loro e aveva successo. Era difficile per noi contrapporsi a loro. È molto esperto musicalmente e ha un gran tono vocale. Amo come suona la chitarra ed è divertentissimo. È una compagnia molto brillante.”

A proposito dei Blur, Damon Albarn ha parlato del loro futuro e ha affermato di non aver mai detto che non avrebbe mai più fatto un disco con loro: “Siamo molto amici, e sento di aver dato i miei anni migliori ai Blur, quindi non ho niente da rimproverarmi. Non ho mai detto che non avremmo mai fatto un altro disco insieme. Sento sempre le stesse cose, ma cambia solo chi le dice. Se avessi sperimentato come ho sperimentato con i Gorillaz, i fans mi avrebbero chiesto “Perchè stai facendo hip-hop? Perchè siete ora così elettronici?” e questo è una frustrazione.”

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.