Il mese scorso la cittadina della Nuova Zelanda che si chiama Dunedin è stata chiusa al traffico ed evacuata quando una musicassetta di una band locale di noise rock è stata scambiata per una bomba. La maggior parte del distretto commerciale del centro e della parte sudorientale di Dunedin è stata resa “off limits” quando è stata trovata una lettera minatoria attaccata ad un pacchetto che si trovava in un buco del muro di un vecchio strip club locale a Moray Place.

Secondo il giornale Otago Daily Times, le autorità locali sono state avvertite dopo che la cassetta è stata trovato con una nota attaccata sopra che recitava: “Quando non c’è più niente da perdere. Io farò saltare in aria la tua macchina. Penetrerò nel tuo computer. Mi approprierò e diffonderò i tuoi segreti di stato. Prenderò a martellate i vetri del tuo ufficio. Farò crollare i tuoi edifici al suolo. Ti farò crollare.” La New Zealand Defence Force ha dispiegato una squadra di artificieri che è arrivata sulla scena con tanto di elicotteri e che ha trovato il pacchetto che è stato fatto detonare grazie all’intervento di un robot.

Alla fine si è venuto a sapere che il pacco conteneva una musicassetta di un gruppo noise-rock/drone locale chiamato L.$.D. FUNDRAISER: la cassetta era una copia del nuovo disco della band, “StreetNOISE“: la band aveva pubblicato su Bandcamp una nota in cui dichiarava un “free giveaway” del loro ultimo lavoro con le coordinate del luogo dove sarebbe stato possibile trovare il disco. Ovviamente il gruppo ha deciso di percorrere una strada virale per promuovere il suo ultimo lavoro e ha ottenuto addirittura l’effetto contrario, spaventando a morte un’intera cittadina e ottenendo alla fine solo la distruzione del proprio disco. L’uomo che ha messo il pacco nel muro è stato denunciato per tentata distruzione di proprietà.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.