Quando la prima serata di Sanremo 2013 arriva a metà della gara, l’ingresso del comico genovese Maurizio Crozza, scatena la protesta dell’Ariston.

Chi si aspettava di vedere apparire sul palco del Teatro un comico, il cui intervento si preannunciava già alla vigilia ricco di spunti in ragione dell’attualità politica, sarà rimasto ben sorpreso dal veder comparire Silvio Berlusconi: eh già, perchè Maurizio Crozza ha scelto di dare al via al suo schetck, che ha scatenato le reazioni forti e rumorose del Teatro, nei panni del chiacchierato ex premier. Crozza va in scena nei panni dell’ex premier Silvio Berlusconi, sulle note di “Formidable”  (di Bonaiuti, Verdini, Cosentino e Aznavour, annuncia in pieno stile Festival, Fazio) un pezzo in cui si sottolineano a mò di satira i tratti caratteristici del leader dell’ex Pdl.

La platea del Teatro non ha gradito lo spunto proposto da Crozza che certo era cosciente, o forse non fino in fondo, di scatenare con un simile ingresso le polemiche: al grido di “vattene” e pesanti offese, il pubblico mostra di non aver gradito la trovata del comico che imbarazzato e sorpreso dalla reazione piuttosto eccessiva, anche alla luce della performance nella sua interezza, ha tentato di continuare il suo monologo. E’ stato necessario l’intervento del conduttore Fabio Fazio perché l’ira del pubblico si placasse e il comico potesse proseguire un monologo che  ha toccato tutta l’attualità: dalle dimissioni del Papa ai numerosi candidati alle elezioni politiche.

Maurizio Crozza | © Vittorio Zunino Celotto/Getty Images
Maurizio Crozza | © Vittorio Zunino Celotto/Getty Images

L’imitazione di Silvio Berlusconi era infatti solo il primo momento di un lungo monologo in cui c’è stato spazio anche per Pierluigi Bersani, Antonio Ingroia, Luca Cordero di Montezemolo: in questi casi l’Ariston invece di rumoreggiare, è sembrato in grado di cogliere la vera essenza di un momento di satira ovvero l’ironia. Satira che si nutre dei difetti dei potenti; vive nel prendere di mira i personaggi più in vista e i loro tratti caratteristici seppur portato all’estremo.

Ma sarebbe stato troppo difficile attendere lo svolgersi dell’intervento: molto più facile invece giudicare con preconcetto tra urla e fischi.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.