Nei giorni in cui Vasco Rossi era ricoverato alla clinica bolognese di Villalba isuoi milioni di fan sono stati col fiato sospeso finchè lo stesso komandante non ha tranquillizzato tutti con un comunicato sulle sue reali condizioni di salute.

In molti si sono riversati nei pressi della clinica bolognese per far sentire il proprio sostegno al Blasco, in molti hanno inviato messaggi di incoraggiamento a non mollare sulla sua pagina ufficiale di Facebook. L’amore dei fan verso il cantante è stato subito ricambiato dall’artista stesso che non ha perso occasione per inviare, utilizzando ancora una volta come strumento il famoso social network, una lettera aperta ai suoi sostenitori, scritta nel modo più semplice possibile, così come piace a Vasco, utilizzando carta e penna. La lettera ha subito raccolto numerosi consensi, dopo un’ora che è stata postata già si contavano circa 3000 “mi piacè” arrivando ora a circa 5 mila e oltre 400 commenti.

Cari amici, fratelli, compagni di strada, di vita, di illusioni, di passioni e di grandi delusioni,
non vi chiamo “fans”. Per voi la parola “fans” è riduttiva, semplicistica e anche un po’ offensiva! Voi siete persone! Con una grande affinità elettiva tra voi e con me! Non siete una massa ottusa e omologata, rimbambita e unita, amante della Coca-Cola o persa e delirante dietro lo stesso cantante sognando di sposare Simon Le Bon.
Voi siete un’altra razza, un’altra storia; intanto siete individui unici e particolari molto diversi tra voi nelle espressioni, esteriori, nei comportamenti, intanto siete individui unici e particolari molto diversi tra voi nelle espressioni esteriori, nei comportamenti e perfino nelle scelte che fate, nelle cose in cui credete.
Siete degli individui individualisti.
E non siete certo privi di valori.
Li avete chiari e non sono più quelli dei vostri genitori. I vostri sono più semplici e meno spettacolari o eroici. Sono cose come l’onestà, almeno di pensiero, la lealtà verso gli amici e la ricerca di un lavoro che , se anche non sarà la realizzazione dei vostri sogni o di voi stessi, almeno vi renderà liberi e indipendenti.

E ricordatevi che voi SIETE I PIU’ BELLI!!

Vasco Rossi

2 Commenti

  1. grazie vasco è da quando ero piccola che ti seguo adesso ho 45 anni e ne ho viste troppe nella mia vita …grazie di esistere x la forza che mi dai tutti i giorni

Rispondi