Entrato ormai a far parte delle star più apprezzate di questo 2020, Bad Bunny non vede l’ora di poter tornare a esibirsi dal vivo. Il rapper, 26 anni, ha promesso ai suoi fan di tornare a esibirsi non appena sarà finita l’emergenza coronavirus, per riuscire a mettere in atto un progetto che aveva già in mente da tempo:

Lo spettacolo sarà il migliore del mondo, il migliore della storia, giuro che è così che mi sento ed è quello che voglio. Proprio prima della pandemia e del lockdown, stavamo mettendo a punto tutti i dettagli per il prossimo tour ed è stato incredibile vedere tutto prendere forma.

Ogni progetto si è dovuto interrompere a causa della pandemia e anche se le emozioni sono diverse, la voglia di tornare sul palco non è cambiata. Bad Bunny non vede l’ora e ha dichiarato:

Adesso, con tutto quello che è successo, la sensazione è diversa. Quando finalmente saremo sul palo, sarà con un’energia completamente diversa. Sarà ancora più speciale, credo, fare tutto quello per cui avevamo lavorato e aggiungere quello a cui abbiamo pensato adesso.

Questi mesi, se non altro, sono serviti a Bud Bunny, al secolo Benito Ocasio, e il suo staff a lavorare al prossimo tour, perfezionandolo ulteriormente. Il rapper di origini portoricane è stato il più ascoltato su Spotify nel 2020 e ha dichiarato di esserne molto fiero e felice di essere circondato da persone che supportino le sue idee e apprezzino la sua musica. È a questa che ha dedicato la maggior parte del suo tempo, pianificando il lavoro per quando finalmente potrà tornare sul palco. A Rolling Stone il rapper aveva detto di dover trovare un hobby, proprio perché il suo tempo viene risucchiato prevalentemente dalla musica, che ormai è anche il suo lavoro:

Non ho hobby a parte la musica, che è il mio lavoro, il mio divertimento e il mio modo di rilassarmi. Ma dovrei mettermi calmo e trovare qualcos’altro da fare.

Bad Bunny ha iniziato a farsi conoscere tramite SoundCloud, per poi arrivare a importanti collaborazioni con artisti del calibro di Cardi B, Jennifer Lopez e Will Smith. Il 2016 è stato l’anno in cui ha firmato con la prima etichetta discografica e il 2020 è senza alcun dubbio l’anno della sua consacrazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.