Nel 2001 i Bluvertigo sbarcavano sul palcoscenico dell’Ariston con il brano “L’assenzio“, nel 2016 a 15 anni di distanza la band di Marco Castoldi in arte “Morgan” in compagnia dei suoi inseparabili compagni d’avventura ritornano all’Ariston con il brano “Semplicemente“. Una carriera piuttosto burrascosa quella del leader della band simbolo della musica alternativa italiana, nonostante tante contraddizioni riesce ancora a rapire il cuore di chi musicalmente non vuole rinunciare al buio e alla complessità di una produzione come quella dei Bluvertigo. Dopo un lungo silenzio il 2016 segna anche l’uscita di un nuovo album della band pronta a tornare sulle scene più forte di prima, ne è la dimostrazione un brano come “Semplicemente” perfettamente nelle corde dei Bluvertigo.

12418086_449821495223188_5369722162971113557_n

La band si definisce contaminata dalla scena internazionale e ispirata da gruppi come New Order, Depeche Mode e Talking Heads, e viaggia con la formazione ormai consolidata di Marco “Morgan” Castoldi alla voce, Andy alle tastiere e voci, Sergio Carnevale alla batteria e percussioni e Livio Magnini alle chitarre. Reduci tutti da esperienze soliste i Bluvertigo si ritrovano sul palco della kermesse musicale più famosa d’Italia, in contrapposizione con il loro sentimento musicale ma pur sempre coerenti con il bisogno di emergere e distinguersi rispetto al movimento musicale di massa.

Semplicemente – Testo

di M. Castoldi
Ed. Però – Milano

Semplicemente anche un fatto da niente
Attraversato dalla corrente nello spazio e nel tempo
Nasce piccolo infinitamente
Poi diventa troppo importante
Televisione banale
Acqua che scorre mentre leggo il giornale
Camminare col cane sull’argine del canale
Dimenticare l’appuntamento
E quasi averlo fatto apposta
Semplicemente anche un fatto da niente
Attraversato dalla corrente nello spazio e nel tempo
Nasce piccolo infinitamente
Poi diventa troppo importante
Poi scegliere le canzoni ideali
Da consigliare agli amici geniali
Invitare qualcuno stasera domani pensare di uscire
Il giorno dopo riposare e il successivo ricominciare
Semplicemente anche un fatto da niente
Attraversato dalla corrente nello spazio e nel tempo
Nasce piccolo infinitamente
Poi diventa troppo importante

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.