È ancora presto per ascoltare Mariah Carey e Michael Bublè, anche se c’è già chi pensa al Natale, ma lo step precedente è un altro: Halloween.

Perché nessuno pensa mai a una Playlist di Halloween? “Jingle Bells” e derivati ormai sono celeberrimi, la notte delle streghe è una festa amatissima e quindi la omaggiamo così. Se state organizzando una festa a tema o volete immergervi nell’atmosfera di Halloween, abbiamo qualche suggerimento da darvi.

Partiamo dal più banale in assoluto: potremmo già concludere dicendo di ascoltare tutta la colonna sonora di “The Nightmare before Christmas“. E magari nella versione metal. Ma il giochino sarebbe già finito, selezionate solo “This is Halloween” di Marilyn Manson per aprire le danze.

I temi di Halloween, si sa, sono piuttosto horror: diavoli, streghe, zombie che ritornano in vita, fantasmi. Per un 31 ottobre contagiato dal romanticismo di San Valentino potreste ascoltare “Unchained Melody” ma preferiamo un sapore più anni ’80 e vi consigliamo “Dead Man’s Party“. Che è un brano degli Oingo Boingo, l’ex gruppo di Danny Elfman. Non possiamo allontanarci troppo dall’ambito Burtoniano, quindi mettiamoci anche un po’ di Ramones con “Pet Sematary“, che ricorda molto “Frankenweenie”. Passiamo poi a un importante classicone, “Bela Lugosi’s Dead” dei Bauhaus, quella che praticamente i CCCP hanno copiato per “Curami”.

Sarà una serata infernale, in tutti i sensi, quindi perché non dare uno scossone con il rock degli AC/DC accogliendo i vostri ospiti con “Highway to hell“? Il pezzo è del ’79 quindi ci rituffiamo negli anni Ottanta con “A Nightmare on My Street” di DJ Jazzy Jeff & The Fresh Prince. Avrebbe dovuto fare parte del quarto capitolo della saga di “Nightmare” ma poi fu escluso. Ebbe comunque un enorme successo ed è perfetto per un Halloween Party. Insieme all’immancabile “Thriller” di Michael Jackson e a un brano a caso del Rocky Horror Picture Show. Consigliamo caldamente “Time Warp” per un ballo scatenato.

Se preferite atmosfere più inquietanti, allora bisogna selezionare un po’ di colonne sonore: quella di “Halloween” di John Carpenter o da “Profondo Rosso” di Dario Argento. Senza escludere Stanley Kubrick, mettete insieme “Shining” e “Eyes wide shut” per una serata da brividi. Se poi volete riprendervi dall’inquietudine e fare tutti felici, basta far partire “Ghostbusters“.

Come per i fan più sfegatati della Twilight Saga, il mondo potrebbe dividersi in lupi mannari e vampiri. Per non deludere nessuna delle fazioni, consigliamo di riprodurre sia “Dragula” di Rob Zombie che “Werewolves of London” di Warren Zevon. Certo, il genere non è identico, ma il bello è anche questo. E alle streghe non ci pensa nessuno? C’è Donovan con “Season of the witch“. Per chiudere la serata in bellezza consigliamo un ballo dal sapore vintage con l’adorabile “Monster Mash” di Bobby “Boris” Pickett and the Crypt-Kickers.

Rispondi