Uscirà a Maggio “Disordine” il disco d’esordio di Cosmo ma intanto in rete è stato rilasciato il video del singolo “Ho visto un Dio”, brano che ha già atturato l’attenzione di pubblico e critica: l’anteprima del singolo avvenuta su Radio Due Rai, all’interno del programma Babylon, ha generato una piccola corsa alla scoperta di questo nuovo progetto di Marco Jacopo Bianchi, già cantante e fondatore dei Drink To Me, qui alla prima prova con la lingua italiana.

Con “Ho visto un Dio” Cosmo mette a confronto il pop di qualità, le sonorità elettroniche più in voga e la tradizione musicale italiana. Il video, girato da Gabriele Ottino per il collettivo Superbudda, rappresenta un’immersione nei tratti più psichedelici del pop di Cosmo. Il confine tra le realtà e le proiezioni è labilissimo. Le ballerine, lo spaesamento dato dai toni accesi dei colori, il bosco, sono tutti elementi che servono a inquadrare quello che è a tutti gli effetti uno dei tratti fondamentali di Cosmo: il caos. Non a caso Cosmo è la teoria del caos applicata alla musica pop. Lucio Battisti a spasso con Grimes, l’anello di congiunzione tra gli Animal Collective e un cantautore. Jovanotti e Gold Panda.

Cosmo - Ho Visto Un Dio - Artwork
Cosmo – Ho Visto Un Dio – Artwork

“Disordine” raggiungerà i negozi di dischi a Maggio, rilasciato per 42 Records (I Cani, Colapesce, Criminal Jokers, Mamavegas e altri). Prodotto dallo stesso Cosmo con Andrea Suriani, che già aveva affiancato i Drink To Me per “S” e il precedente “Brazil”, entrambi pubblicati da Unhip.
Cosmo sarà in tour in Italia a partire da Giugno per una serie di anteprime estive che faranno da apripista al vero e proprio tour di scena in Ottobre organizzato da DNA Concerti.
Già i Drink To Me ci avevano piacevolmente conquistati, ora siamo curiosi di ascoltare l’intero progetto di Cosmo anche se “Ho visto un Dio” ci fa già ben sperare sul risultato.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.