A quattro anni di distanza dal precedente “Delta Machine” i Depeche Mode di Dave Gahan, Andy Fletcher e Martin Gore tornano con un nuovo disco, “Spirit“. La band ha già confermato la data di uscita del suo nuovo album, il quattordicesimo in carriera: “Spirit” uscirà il 17 marzo e sarà prodotto da James Ford della Simian Mobile Disco.

Il disco è stato anticipato in questi giorni dal primo singolo, “Where’s The Revolution” (il cui video ufficiale trovate in fondo all’articolo) ed è stato così annunciato dal frontman Dave Gahan.

Depeche Mode – Where’s The Revolution – Artwork

“Siamo eccezionalmente fieri dell’energia e del suono di “Spirit”, e siamo eccitati all’idea di tornare di nuovo in tour per condividerlo con i nostri fan di tutto il mondo. Viviamo in tempi di profondi cambiamenti –  spiega Gahan – Sto invecchiando e le cose che succedono nel mondo mi colpiscono di più. Penso ai miei figli e a come stanno crescendo. Mia figlia, Rosie, è stata molto colpita dall’esito elettorale dello scorso anno. Lei si è messa a piangere e io ho pensato “Wow”. Martin e io viviamo entrambi in America e ovviamente siamo colpiti da quello che sta succedendo. Lui mi ha detto “Conosco delle persone che hanno detto che le ricche rock stars che vivono a Santa Barbara non se ne fregheranno niente del mondo, ed è vero che siamo fortunati, ma questo non vuol dire che non ci interessiamo a quello che succede nel mondo, perchè io ne sono colpito” ed io ho risposto che lo capisco perchè provo la stessa cosa. Non chiamerei questo disco politico perchè non penso che alla musica in maniera politica, ma è un disco sull’umanità e sul nostro posto nella stessa”.

La band ha affermato che anche per questo disco e per il tour successivo collaborerà con il leggendario fotografo e direttore artistico Anton Corbijn e il tour di “Spirit” toccherà 21 nazioni per 32 spettacoli, passando in Italia il 25 giugno allo Stadio Olimpico di Roma, il 27 giugno allo Stadio San Siro a Milano e il 29 giugno allo Stadio Renato Dall’Ara a Bologna. Il tour partirà il 5 maggio da Stoccolma e terminerà il 23 luglio a Cluj-Napoca in Romania.

Ma bando alle ciance ed eccovi “Where’s the revolution”.

Rispondi