Home News Elio e le Storie Tese pronti alla reunion?

Elio e le Storie Tese pronti alla reunion?

56
0

È bastato un post di Elio e le Storie Tese per riaccendere l’attenzione dei fans sul gruppo, scioltosi nel 2018 dopo ben 37 anni di attività (a cui aveva fatto seguito un lungo tour di addio nei palazzetti).

La band ha scelto Instagram per tornare alla ribalta e lo ha fatto pubblicando un video in cui li si vede suonare in uno studio. Ed è stato lo stesso gruppo che, nella didascalia del video, ha gettato legna sul fuoco con la solita dissacrante autoironia: “Ma non vi eravate sciolti? Ma saranno c***i nostri?”

Il video, della durata di poco meno di tre minuti, mostra Elio al basso, Faso alla batteria e Cesareo alla chitarra che si esibiscono per qualche secondo prima di fermarsi improvvisamente: il video riprende dopo quasi un minuto prima di riprendere con Elio che dice “perfetto, mi sembra un pezzo eseguito da tre gatti” prima di rifermarsi nuovamente e vedere comparire la scritta bianca su sfondo nero “Siamo spiacenti. A causa di un fusibile a bassa conducibilità il problema della trasmissione non può essere risolto”.

Tanti i commenti di colleghi, amici o semplicemente dei fan: “Quel silenzio è assordante, I love you” ha scritto Max Gazzè, mentre Skin ha lasciato delle emoticon con un cuore. Gianluca Fru ha scritto semplicemente “neosurrealismo” mentre l’utente s.f.m.92 ha chiosato: “Maledetti ho dovuto ricontrollare volume e WiFi 3 volte prima di capire la vostra peerlata”.

Al di là dei rumors su una probabile reunion, gli EelST l’anno scorso avevano annunciato il loro ritorno sul palco a Bergamo quest’anno per un progetto, nato da Radio Deejay in collaborazione con il Trio Medusa, per sostenere le giovani band ferme da più di un anno per l’emergenza Covid-19: “Ci saremo con un evento speciale che si terrà nel 2021 a Bergamo, città pesantemente colpita dall’epidemia di Coronavirus, sicuramente bisognosa di sollievo e canzoncine. Ci saremo per appoggiare il Cesvi, organizzazione umanitaria bergamasca impegnata da 35 anni nei paesi del Sud del mondo e oggi nella lotta al Covid in Italia. Con Cesvi abbiamo infatti attivato una raccolta fondi volta a sostenere le attività musicali pesantemente colpite dagli ultimi eventi. Grazie a questo crowdfunding molte band potranno tornare a suonare e incidere i propri album, ma per farlo dovranno partecipare ad un bando”. Quindi prepariamoci a poterli riascoltare un’altra volta dal vivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.