Il leggendario performer Elton John ha deciso di non fare mai più concerti: la decisione è stata annunciata lo scorso 24 gennaio in livestream nel pomeriggio, dove ha detto ai suoi fans che ha deciso di concentrarsi di più sulla sua famiglia (lui e il suo compagno David Furnish hanno due figli che sono ora in età scolare).

Elton però ha anche deciso di dare l’addio alle scene dal vivo alle grande, ovvero con un tour mondiale di tre anni dal titolo “Farewell Yellow Brick Road Tour” che comincerà negli Stati Uniti questo settembre e che si concluderà nel 2021 in Australia: la tranche europea, che dovrebbe verificarsi tra il 2019 e il 2020, vede anche ben quattro tappe italiane, Roma, Lucca, Bologna e Milano, anche se non sono state annunciate ancora né le date precise né il prezzo dei biglietti.

Elton John ha spiegato la sua decisione con queste parole: “Non ho problemi di salute, state tranquilli. Esibirmi mi carica e sono estasiato e felicissimo di poter continuare a suonare per i miei fans in tutto il mondo. Ho intenzione di portare in questo mio ultimo tour la passione e la creatività che mi hanno sempre contraddistinto per decenni. Quando questo finirà, sarà felice di poter chiudere questo capitolo della mia vita dicendo addio alla mia vita di strada. Ho bisogno di dedicare più tempo alla crescita dei miei figli. Non mi sto completamente ritirando dal mondo della musica, rimarrò comunque in questo ambiente perchè la mia creatività non è finita. Ma non sono Cher. Questa è la fine.”

John ne anche approfittato per ringraziare Neil Diamond, che ha annunciato il suo ritiro la scorsa settimana: “Avrò sempre il massimo rispetto per lui. Lui mi ha voluto conoscere quando cantava al Troubadour perchè amava il mio disco – era una grande star allora e lo è tutt’ora. E ora che so che non suonerà più dal vivo per colpa del Parkinson lo contatterò personalmente, ma ora voglio dirgli pubblicamente che glio voglio bene e che non potrò mai ringraziarlo abbastanza per quello che ha fatto per la mia carriera in questi anni.”

Rispondi