Il noto cantautore italiano Gino Paoli non potrà esibirsi per i prossimi mesi per il manifestarsi di un infortunio che lo terrà lontano dai palchi per alcuni mesi. Lo stop del cantante sarebbe dovuto ai postumi di un piccolo intervento all’occhio. Poco più di un anno fa, nel giugno del 2017, l’artista era tornato all’attività musicale dopo aver subito un intervento all’aorta, resosi necessario in seguito alla formazione di un aneurisma.

È questo quanto comunicato dal management dell’artista, al quale servirà “un periodo di riposo di alcune settimane”. Per questo motivo è stato annullato sia il concerto in programma lo scorso 7 agosto in Toscana, dove Paoli si sarebbe dovuto esibire sul palco della Fortezza di Mont’Alfonso, a Castelnuovo di Garfagnana (Lucca), sia il concerto del Sun&Sounds Festival di Grado, dove l’artista avrebbe dovuto esibirsi il 3 settembre. Paoli non sarà quindi presente neanche a Bagnoregio per la sera di giovedì 9 agosto, data prevista nel cartellone di Civit’Arte.

Le organizzazioni dei due eventi sono corse ai ripari: la prima, l’organizzazione di “La bella estate”, ha rilasciato un comunicato in cui spiega che non ci sono ancora certezze sul recupero del concerto: “Purtroppo al momento, non è possibile prevedere una nuova data dunque sarà possibile ottenere il rimborso dei biglietti acquistati”. La seconda, che aveva già visto rinviare il proprio concerto dal 5 agosto al 3 settembre, ha dichiarato che chi lo desidera potrà chiedere il rimborso entro il 30 agosto nel punto vendita dove è stato effettuato l’acquisto, consegnando i biglietti in originale. Nel caso di acquisti effettuati online o tramite call center, invece, il customer service invierà una e-mail ai clienti contenente tutti i dettagli.

L’unica data certa, al momento, è quella del 15 settembre, giorno in cui Paoli tornerà di nuovo sul palco: per quanto riguarda le modalità di rimborso dei biglietti già acquistati, esse varieranno a seconda della organizzazione di interesse.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.