È già in radio “Romantic“, brano tratto dal nuovo album degli Hooverphonic “Looking For Stars”, atteso dal 16 novembre nei negozi.

La band belga, formata dal bassista Alex Callier e dal chitarrista Raymond Geertz, ha scelto per questo disco la cantante diciassettenne Luka Cruysberghs, abbandonando la precedente vocalist Noémie Wolfs, come spiega lo stesso Callier: “Luka è parte integrante della nostra storia, è molto di più di una delle tante cantanti che abbiamo preso in esame. In un certo senso, la sua voce detta le canzoni che suoneremo dal vivo. Luka è stata scelta perché è in grado di interpretare tutte le canzoni degli Hooverphonic grazie alla sua piena padronanza della tecnica vocale”.

Lo stesso Callier ha parlato così del nuovo disco: “Ho avuto l’ambizioso piano di pubblicare 3 album quest’anno: una colonna sonora in stile Morricone, un disco di trip-hop e una raccolta di canzoni funky psichedeliche. Ho iniziato a scrivere con questo obbiettivo in mente ma Luka Cruysberghs, la nostra nuova cantante 17enne, ha obiettato che fossi una reliquia vecchio stile. Mi ha raccomandato l’approccio Spotify: selezionare i migliori brani da ogni disco e creare la playlist perfetta. Inizialmente avevo i miei dubbi e le mie riserve. Poi riflettendo ho pensato a ‘Deja Vu’ di Crosby, Stills, Nash & Young che è ancora uno degli album più amati di tutti i tempi, ed è anche un miscuglio di stili e generi: ‘Deja Vu’ è un mix eclettico di quattro cantautori di talento, con la voce che fa da collante e tiene tutto insieme. In definitiva avevo voglia di creare un album più coerente come follow-up di “In Wonderland” ma dovevo anche tener bene in mente che lo spirito di Hooverphonic è definito dalla diversificazione. Sono un grande fan di album eterogenei ma penso che una sola e identica atmosfera può diventare piuttosto noiosa durante l’ascolto.”

Parlando proprio dei brani di Looking For Stars, Alex Callier ha detto: “La title track e “Uptight” sono i singoli ovvi. “Uptightoffre sicuramente un approccio dancefloor funky-killer d’impronta anni ’80, ma nessuno potrà puntare il dito. È impossibile prevedere cosa prenderà piede e cosa no”.

Noi vi lasciamo alla visione del videoclip del singolo “Romantic“.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.