La notizia è stata confermata da poche ore, Lil Wayne non si esibirà nella sua data prevista a Las Vegas a causa dei suoi problemi di salute.

Nei giorni scorsi il rapper è stato ricoverato a causa delle convulsioni dovute ai suoi problemi di epilessia. Lo scorso weekend Lil Wayne si trovava a Chicago, TMZ riportava che domenica scorsa era stato trovato privo di sensi nella sua stanza d’albergo, al Westin, e portato d’urgenza al Northwestern Memorial. Pare anche che abbia provato a rimettersi in forma e uscire dall’ospedale nella stessa giornata per evitare di saltare lo show di Las Vegas ma al momento è ancora in fase di ripresa.

La situazione, tuttavia, non è particolarmente preoccupante, i medici hanno detto che si rimetterà in un paio di giorni e potrà continuare con i suoi show ma al momento i suoi portavoce hanno confermato che non sarà comunque in grado di prendere parte alla serata prevista per Las Vegas. Lil Wayne soffre di epilessia ed è cosa nota, anche perché già in passato si è ritrovato costretto ad annullare delle date per via dei forti attacchi.

Classe 1982, Lil Wayne è un personaggio molto chiacchierato nel mondo del rap e come buona parte dei suoi colleghi, ha avuto qualche problemino con la giustizia. Ha quattro figli, la prima è nata quando Lil Wayne aveva appena 16 anni. La sua storia è stata raccontata anche nel documentario “The Carter Documentary“, presentato al Sundance Film Festival nel 2009. Il rapper stesso aveva accordato l’uscita del film, per poi cambiare idea. Nonostante il tentativo di bloccarne la diffusione, si tratta di un documentario che ha avuto un impatto notevole nel mondo dell’hip hop, Lil Wayne è infatti un personaggio particolarmente influente e ha collaborato con numerosi artisti. Da Mary J. Blige a Wiz Khalifa, passando per Eminem, Shakira e Chris Brown.


Embed from Getty Images


Embed from Getty Images

Foto via Facebook / Pagina Ufficiale Lil Wayne

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.