A breve distanza da una scandalosa parentesi blasfema arriva il video di “Valentine’s Day“. Un silenzio durato quindici lunghissimi anni rotto dall’uscita di “The Next Day“, è così che David Bowie ancora una volta lascia a bocca aperta tutta la sua schiera di fedelissimi fan. Tornato lo scorso marzo, il Duca Bianco ha sbaragliato qualsiasi pronostico toccando addirittura le vette delle classifiche in più di 15 paesi in tutto il mondo con il nuovo album. Dopo aver lanciato singoli e video abbastanza provocatori, che non hanno fatto altro che alimentare polemiche sulla rete e scandali fittizi, per il quarto singolo David Bowie decide di non scandalizzare ulteriormente e di essere lui stesso protagonista del videoclip. “Valentine’s Day” è il quarto estratto dall’ultimo album di David Bowie, e segue la festicciola blasfema di “The Next Day“, “The Stars (Are Out Tonight)” con Tilda Swinton in un simpatico e surreale scambio di ruoli, e “Where Are We Now” il primo nostalgico singolo.

David Bowie - Valentine's Day VIdeo Shot
David Bowie – Valentine’s Day VIdeo Shot

Tranquillizzata l’atmosfera per questa occasione, David Bowie sceglie la firma di una sua vecchia conoscenza e recluta i fotografi Indrani & Markus Klinko per “Valentine’s Day“, già suoi collaboratori per l’artwork del precedente lavoro discografico. Un grigio colonnato bagnato e in braccio una chitarra rossa oltre ad uno sguardo che non subisce alcun trauma dal tempo sono gli unici protagonisti di una ballata tanto movimentata quanto crudele. Primi piani sfuggenti e un movimento dinamico caratterizzano il brano in pieno stile Bowie, energico, provocatorio e tagliente allo stesso tempo. Uno sguardo di ghiaccio e le parole come quelle del nuovo singolo ipnotizzerebbero chiunque, ma questa pausa tranquilla sarà solo la quiete prima della tempesta? Dopo la schiera di vip presentata per i precedenti videoclip meraviglia come la scelta per il quarto estratto da “The Next Day” sia ricaduta proprio su di lui, unico protagonista indiscusso di un’eclettica carriera musicale. La musica prima di tutto, e con essa l’essenza della melodia e dei testi hanno la priorità su qualsiasi montatura.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.