Per la prima volta, dopo 64 edizioni consecutive, l’Eurovision Song Contest non si farà.

La difficile decisione è stata presa a seguito dell’emergenza coronavirus, che non ha travolto solo l’Italia. Nei giorni scorsi, infatti, anche gli altri Paesi europei hanno iniziato ad adottare le stesse misure. Sono tantissimi gli eventi posticipati, dal Coachella ai tour di vari artisti, tutti a data da destinarsi.

La dichiarazione ufficiale

Sul sito dell’Eurovision Song Contest è arrivato così l’annuncio ufficiale. La decisione non è stata semplicemente quella di sospendere l’evento in vista di un miglioramento della situazione ma di annullarlo del tutto. Quest’anno la manifestazione si sarebbe dovuta tenere a Rotterdam dal 12 al 16 maggio: fino ad allora è davvero difficile che la situazione sia gestibile e considerata la quantità di Paesi coinvolti, gli organizzatori hanno deciso di passare direttamente all’edizione del 2021.

È con profondo dispiacere che dobbiamo annunciare la cancellazione dell’Eurovision 2020. Nelle settimane passate abbiamo esplorato molte opzioni alternative per permettere all’Eurovision Song Contest di andare avanti. Purtroppo l’incertezza legata alla diffusione del Covid-19 in Europa – e le restrizioni messe in atto dai Governi – ha portato alla difficile dell’Ebu (European Broadcasting Union) di non continuare con l’evento così come programmato. La salute di artisti, staff, fan e visitatori, come anche la situazione in Olanda, Europa e nel mondo, è al cuore di questa decisione.

Non si sa ancora se la prossima edizione si terrà comunque a Rotterdam. Per quanto riguarda l’Italia, quest’anno si sarebbe dovuto esibire Diodato. Il cantante ha vinto la scorsa edizione del Festiva di Sanremo con il brano “Fai rumore”. L’Eurovision Song Contest è nato a Lugano nel 1956, è considerato uno dei programmi più longevi di sempre, oltre che un’importantissima vetrina per gli artisti di tutte le nazioni che vi prendono parte.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.