Il 6 novembre per Tiziano Ferro è stato un giorno particolarmente importante, che ha visto l’uscita del documentario “Ferro” su Amazon Prime e un nuovo disco. Nel documentario il cantante di Latina si racconta a 360° senza nascondere le sue fragilità, parlando dei problemi di alcolismo, la bulimia e il bullismo subito da piccolo ed anche la difficoltà di gestire il successo. Oggi, a 40 anni, Tiziano Ferro è una persona rinata, anche grazie alla presenza amorevole e rassicurante del marito, Victor Allen, con cui vive a Los Angeles.

Come se non bastasse un documentario, Tiziano Ferro ha deciso di lanciare nello stesso giorno anche “Accetto miracoli: l’esperienza degli altri“. Si tratta di un album di cover in cui interpreta alcuni dei più importanti brani della storia della musica italiana. Da “Perdere l’amore” e “Almeno tu nell’universo”, di cui abbiamo avuto un emozionato (ed emozionante) assaggio a Sanremo, passando per “Rimmel”, “Margherita”, “Non escludo il ritorno”, “E ti vengo a cercare”.



Accetto miracoli” è un vero e proprio omaggio alla musica, che è la più grande passione di Tiziano Ferro ma che è stata anche la sua ancora di salvezza. Nell’album ha deciso di racchiudere pezzi che per lui sono stati significativi e che in qualche modo lo hanno aiutato a raccontarsi meglio:

Sono canzoni che mi hanno raccontato senza conoscermi, mi hanno fatto innamorare del mestiere di scrittore. Se faccio l’artista e il cantante, se scrivo canzoni, è perché ho avuto grandi ispiratori che quando mi guardavo intorno cercando la strada, me l’hanno insegnata. Cambiare la vita a un ragazzo con la mia provenienza significa cambiargli la percezione della realtà. In questo senso queste canzoni sono state miracolose, hanno ribaltato la mia visione del mondo, mi hanno fatto capire che cosa volevo dalla mia vita e che cosa volevo fare.

La musica che ha salvato Tiziano Ferro si trova anche nel documentario “Ferro“, girato tra l’Italia e gli USA, anche se la sua presenza non è mai eccessiva. Nel film il cantante di Latina si mette a nudo con estrema sincerità e semplicità, emozionando e lanciando un messaggio positivo per chiunque stia affrontando i propri demoni. “Alcolista, bulimico, gay, depresso, famoso. Pure questo, famoso, mi sembrava un difetto, forse il peggiore” racconta Tiziano Ferro, parlando del difficile percorso seguito per uscire dall’alcolismo e delle sfide da superare, ogni giorno, per cercare e finalmente raggiungere la felicità.

LEGGI LA RECENSIONE DI “FERRO” SU CINEZAPPING

Accetto miracoli, la tracklist

1 – Rimmel di Francesco De Gregori
2 – Morirò d’amore di Giuni Russo
3 – Bella d’estate di Mango
4 – Margherita di Riccardo Cocciante
5 – E ti vengo a cercare di Franco Battiato
6 – Almeno tu nell’universo di Mia Martini
7 – Cigarettes & Coffee di Scialpi
8 – Perdere l’amore di e con Massimo Ranieri
9 – Piove di Jovanotti con Box of Beats
10 – Portami a ballare di Luca Barbarossa
11 – Nel blu dipinto di blu di Domenico Modugno
12 – Ancora, ancora, ancora di Mina
13 – Non escludo il ritorno di Franco Califano

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.