Reportage Charlie Musselwhite duetta con Ben Harper | © Melodicamente

Pubblicato il luglio 6th, 2013 | da Elide Messineo

0

Ben Harper e Charlie Musselwhite: il vecchio blues sbarca a Pistoia

Il vecchio e il nuovo che si incontrano, in piazza del Duomo a Pistoia per l’apertura del Festival del blues che ogni anno vede protagonisti i più grandi artisti del genere. Quest’anno il compito è toccato a Ben Harper e Charlie Musselwhite. Pensi al primo e ti viene in mente Bob Marley, il secondo, come lo ha definito il suo stesso collega, è il più grande bluesman vivente, inseparabile dalla sua armonica e ancora decisamente grintoso. E’ stata una serata all’insegna del vero autentico blues, quella che ha aperto il Pistoia Blues Festival, i soli protagonisti senza gruppi spalla sono stati Ben Harper e Charlie Musselwhite, che hanno regalato una grande performance. La piazza si riempie mentre il sole se ne va, si apre con “I don’t believe a word you say“, i due sul palco si divertono, scherzano, Ben Harper con la sua lap steel, la chitarra orizzontale che sembra dargli così tante soddisfazioni.

Ma ricordiamo brevemente di chi stiamo parlando, nel caso in cui a qualcuno fosse sfuggito. Charlie Musselwhite, classe 1944, è un celebre armonicista blues che da Memphis decise di tentare la fortuna a Chicago e lì la trovò, diventando una vera e propria leggenda del genere. Ben Harper invece ha raggiunto il successo dalla seconda metà degli anni Novanta, ha collaborato con i più grandi artisti, dai Pearl Jam ai REM, per approdare a questa preziosa collaborazione con Musselwhite, che ha preso forma a Pistoia per l’unica data italiana.

Tra i pezzi proposti “You found another lover”, “She got kick”, “When the levee breaks”e ancora “I’m goin’home”, “The blues Overtook me” in una versione molto suggestiva. Il pubblico ha apprezzato e partecipato, ma non si è potuto fare a meno di notare che per la musica in Italia ci sono stati tempi migliori. Nonostante la Toscana sia la Regione d’Italia che propone più Festival musicali estivi in assoluto, con artisti di grande rilievo, sono tempi duri per chi deve affrontare le spese del biglietto. La piazza del Duomo di Pistoia non era completamente piena, come succedeva fino a qualche anno fa. Tuttavia non è stato sufficiente ad influenzare la performance degli artisti, che si sono donati al pubblico, entusiasta di trovarli insieme. Se Musselwhite è già una leggenda vivente, a modo suo anche Ben Harper è riuscito a diventarlo: grande professionista, nascosto sotto il suo cappello, ha mostrato di essere in sintonia con il bluesman all’armonica, con il quale sta affrontando un lungo tour europeo.

Sono una sorta di macchina del tempo insieme, Charlie Musselwhite e Ben Harper. Sembra di essere tornati negli anni ’30, i suoni non sono più così sporchi, la musica è ripulita ma suona ancora, con poche ed impercettibili contaminazioni, come puro blues.

LA SCALETTA COMPLETA

01 I Don’t Believe A Word You Say
02 Get Up!
03 The Blues Overtook Me
04 Don’t Look Twice
05 When It’s Good
06 She Got Kick
07 I’m In I’m Out And I’m Gone
08 Blood Side Out
09 Homeless Child
10 I Ride At Dawn
11 I’m Goin’ Home
12 When The Levee Breaks
BIS

13 We Can’t End This Way
14 Long Legged Woman
15 You Found Another Lover (I Lost Another Friend)
16 All That Matters Now

Tags: , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi