Con ..." /> Biagio Antonacci convince e sorprende il pubblico di Treviso. Foto

Reportage Biagio Antonacci Acustic | © Mimmo Lamacchia

Pubblicato il maggio 22nd, 2012 | da Mimmo Lamacchia

0

Successo di Biagio Antonacci a Treviso: il pubblico non ha tradito

“Treviso non ha tradito !!!! Grazie! Pubblico generoso e instancabile! Quasi come me!” Con questo messaggio su twitter, Biagio Antonacci, ha ringraziato il pubblico presente domenica sera al Palaverde di Treviso, per il suo “Tour 2012”, nella prima delle due serate organizzate dall’Azalea Promotion. Il 22 maggio si replica al Pala Trieste.

La serata ha regalato momenti coinvolgenti di divertimento ed emozioni e anche momenti di riflessione quando Biagio ha ricordato Melissa Bassi,  la studentessa uccisa da una bomba mentre stava andando a scuola, e il dramma del terremoto che poche ore prima ha toccato l’Emilia Romagna e parte del Veneto.

Il concerto comincia sulle note di “Con infinito onore“, con un sound molto ritmato che tiene in tensione il pubblico per tutta la durata del brano mentre l’artista milanese canta da dietro le quinte. Sul palco, insieme alla band, entrano in scena un angelo con le ali nere e una fanciulla vestita di bianco, un immagine che rievoca la copertina dell’ultimo lavoro di Biagio, “Sapessi dire no“, disegnata da Milo Manara.

L’angelo e la fanciulla si tengono per mano e all’arrivo dei ballerini con le maschere dei politici che danzano in cerchio, li cacciano via, andando, nel finale del brano, a scomparire tutti dietro le quinte. Il significato di questa scena è racchiusa nel testo della canzone che tocca temi inerenti la politica. Finalmente tra il boato assordante del pubblico, elegantissimo in giacca nera, fa il suo ingresso in scena, Biagio Antonacci con “Vivi l’avventura” a cui fa seguito “Se fosse per sempre“. Dopo il saluto del cantante, segue una scaletta di circa 26 brani tra i successi della sua ventennale carriera e i brani già famosi del suo nuovo album, che dopo tre settimane è ancora primo tra i dischi più venduti.

L’artista milanese è apparso decisamente in forma, con la voglia di condividere la carica e l’energia con i suoi fan. Lo si è capito subito, dal suo temperamento e dalla padronanza scenica con cui ha corso lungo la passerella, saltando, ballando e cantando per tutto lo spettacolo. Il pubblico ha percepito questo desiderio di condivisione e ha ricambiato con energia, con calore e con affetto, applaudendo, incitando e cantando in coro tutte le canzoni di Biagio.

Ad accompagnare il cantante milanese, sul palco Gabriele Fersini e Emiliano Fantuzzi alle chitarre, Mattia Bigi al basso, Fabrizio Morganti alla batteria, Simone D’Eusanio alla viola e violino, Massimo Tagliata alle tastiere e fisarmonica e Gabriella Peretti alle percussioni.

Brividi a pelle e occhi lucidi sulle note di “Così presto no” e per “Quanto tempo e ancora” e “Se è vero che ci sei“, interpretati con voce carezzevole, con Biagio in assolo di chitarra seduto su uno sgabello.

A rendere piu bello e armonioso lo spettacolo, è stata la presenza sul palco degli artisti di strada che con le loro performance hanno accompagnato Biagio in alcune sue interpretazioni. Poetica e bellissima la nuova versione scenografica di “Coccinella” con la contorsionista che danza in una conchiglia. Divertimento e clima di festa sulle note ritmiche di “Non vivo più senza te” con gli artisti di strada impegnati a ballare sui ritmi latini e della pizzica salentina, con un Biagio che entusiasma il suo pubblico coinvolgendoli nelle sonorità e nelle cadenze di questo brano. Questo brano, per la sua vivacità e le sue movenze, potrebbe essere uno dei pezzi più gettonati della prossima estate.

E’ stato un concerto di pelle e di cuore, terminato sulle note di “Ti dedico tutto” in una condivisione pura, sincera e diretta. Infatti l’artista per questo tour ha voluto un palco con una passerella lunga per arrivare tra il pubblico. Tutto questo per poter vivere la musica nella sua essenza, cantata e suonata solo con gli strumenti, così come piace a Biagio, senza troppi effetti scenici o con proiezioni su mega schermi. Un contatto diretto e ravvicinato con i suoi fan, quasi a toccarli e a far sentire loro le sue vibrazioni.

 

Tags: , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi