Testi e Traduzioni Giusy Ferreri-sanremo 2014

Pubblicato il febbraio 12th, 2014 | da Luisa Fazzito

0

Giusy Ferreri: ” Ti porto a cena con me”. Il Testo

Giusy Ferreri alla sua seconda volta a Sanremo dopo il debutto datato 2011 in cui presentò il brano “Il mare immenso” scritto da Bungaro, Ferreri, Calò e prodotto e arrangiato da Corrado Rustici. Dopo tre anni di silenzio, passati lontano dalle scene, Giusy Ferreri ha deeciso di ritornare a calcare il palco del Teatro più ambito da ogni cantante. Quest’anno può vantare, per entrambi i due brani che presenterà al Festival di Sanremo, la firma di Roberto Casalino autore di successo che lo scorso anno firmò il brano di Marco Mengoni, “L’essenziale“, vincitore della kermesse ed autore del primo brano di successo di Giusy, “Non ti scordar di me“.

I due brani si intitolano “Ti porto a cena con me” e “L’amore possiede il bene”, due brani molto simili e al contempo molto diversi: entrambi raccontano di un rapporto d’amore, entrambi molto pop ma uno in chiave melodica, il primo, l’altro più energico, il secondo.

Eppure la cantante sembra avere un debole per uno dei due brani, “Ti porto a cena con me” perché “è il brano di cui sono decisamente molto innamorata, è una ballata pop molto intima e delicata” – svela

Il nuovo progetto discografico, nato tra Los Angeles e Londra, vedrà la luce a fine Marzo e vanta già la collaborazione di artisti internazionali come Linda Perry e Yoad Nevo.

Giusy Ferreri “Ti Porto a Cena con Me” – Testo

Ti porto a cena con me
il tuo passato
non è invitato
lascia a casa le pene
se me lo sono
un pò meritato
Ti porto a cena
perché vorrei
che tu mi togliessi
il fiato
riaverlo indietro
da te come se fosse
il mio compleanno
il mio regalo
Avrei voluto
scriverti una lettera
anche se ormai
si usa poco
se fosse contagiosa
la felicità
adesso è fuori moda
vorrei che tra le righe
tu capissi che
che nonostante
il mio sorriso
non tutto è stato
semplice,
ed anche se nascondo
il peggio è perché
il meglio è andato
via con te
Ti porto a cena con me
ho un conto aperto
con il passato
che pagherò io
perché il tuo futuro
non sia un inganno
ti porto a cena perché
nel caso avessi
dimenticato
il mio coraggio
Avrei voluto scriverti
una lettera anche
se ormai si usa poco
se fosse contagiosa
la felicità
adesso è fuori moda
vorrei che tra le righe
tu capissi che
che nonostante
il mio sorriso
non tutto è stato semplice,
ed anche se nascondo
il peggio
è perché il meglio
è andato via con te,
via con te
La verità è che
mi sento morire dentro
e la bugia è che
non m’importa poi
così tanto
cosi tanto
Avrei voluto scriverti
una lettera
anche se ormai si usa poco
se fosse contagiosa
la felicità adesso
è fuori moda
vorrei che tra le righe
tu capissi che
che nonostante il mio sorriso
non tutto è stato semplice,
ed anche se nascondo
il peggio
è perché il meglio
è andato via con te,
via con te.

Fonte | Tv Sorrisi e Canzoni

Tags: , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Appassionata di calcio e sport, amante di tutto ciò che è rock e grunge, apprezza la musica e ne scrive quotidianamente. Ama i live e segue con passione gli eventi mediatici, coordina con entusiasmo il gruppo editor di MelodicaMente.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi