Recensioni

Pubblicato il novembre 7th, 2013 | da Carmen Pierri

0

Celine Dion: “Loved Me Back To life”. La recensione

Celine Dion: “Loved Me Back To life”. La recensione Carmen Pierri
Voto Melodicamente

Summary: L’energia caratterizza "Loved Me Back To Life" e la potente di Celine Dion lo rendono un album dalla grande apertura moderna

3.5

Buon Album


Voto Utenti: 2.5 (2 voti)

Un ritorno tanto atteso quello di Celine Dion che si ripropone in discografia con “Loved Me Back To Life” disco anticipato dall’omonimo singolo ormai già successo delle rotazioni radiofoniche. La signora del pop dall’inconfondibile potenza vocale torna con un disco fresco e nuovo, complice le collaborazioni con alcuni dei personaggi di successo della scena pop e R&B mondiale.  Un’artista prevedibile e sulla quale si può puntare in maniera sicura senza sbagliare un colpo, è questa Celine Dion che con “Loved Me Back To Life” rientra nelle uscite discografiche dell’anno d’oro della musica 2013. Il momento storico non è dei migliori per riproporsi come una potenza del pop, le innumerevoli uscite provenienti dalle giovani leve della musica “popolare” rischierebbero di coprire l’enorme patrimonio che ogni volta una cantante come Celine Dion ci presenta, ma con tale sicurezza e tale talento possiamo stare sicuri che la qualità paga e che non sempre gli effimeri fenomeni musicali hanno la meglio sugli altri.

Celine Dion - Loved Me Back To Life - Artwork

Celine Dion – Loved Me Back To Life – Artwork

L’energia caratterizza “Loved Me Back To Life” e seppur in alcuni momenti l’ascolto potrebbe sembrare più malinconico, lento e triste, una potente voce come quella della cantante canadese riporta i livelli di energia al massimo donando nuova vita e potere alla musica che da anni la accompagna in una brillante carriera. Vita e amore sono due parole che compaiono nel titolo, sono due messaggi chiari e precisi che non esitano ad entrarci nel cuore. Una voce come quella di Celine non ci stanca, e risentirla a distanza di tempo in brani romantici, più movimentati e tanto pop non ci dispiace. Venature danzerecce e brani che ci faranno scuotere dolcemente la testa sono presenti in “Loved Me Back To Life“, album dalla grande apertura moderna.

Tredici brani che scorrono veloci e che non ci fanno rimpiangere per niente i grandi successi della cantante, tredici brani che probabilmente non faranno la storia, ma continueranno a scrivere il percorso tracciato da un’artista come Celine Dion, la quale vanta un curriculum ricco di grandi nomi senza il pericolo di dover smentire la sua decennale esperienza. La semplicità con la quale un’artista del genere lancia un messaggio puro e pieno d’amore è anche parte integrante di un’intera produzione musicale, e i suoi brani arrivano puntuali a dimostrarlo ogni volta. Ne-Yo, Diane Warren, Tricky Stewart, Stevie Wonder, Eg White, Daniel Merriweather, Babyface, Audra Mae Butts, Danny Mercer, Andrew Goldstein, Shaffer Smith, Jessi Alexander, Tommy Lee James, Corporal, Sauce, Kyle Townsend, Dana Parish, Andrew Hollander, Aaron Pearce, Kuk Harrell e Walter Afanasieff sono solo alcuni dei nomi che hanno collaborato per “Loved Me Back to Life” e che hanno reso un album così semplice un altro successo senza pari. “Overjoyed” compare quasi alla fine dell’album e ci regala un duetto di Celine Dion e Stevie Wonder degno degli anni d’oro in cui questo magnifico pezzo è stato scritto dallo stesso artista statunitense. Giovani personalità prendono parte al brano “Incredible“, e nomi come Ne-Yo riescono a rimanere comunque all’altezza anche di fronte a collaborazioni più “pesanti”. “Loved Me Back To Life” è il singolo di forte impatto degno apripista di un album così importante ma così leggero ed estremamente fresco. Celine Dion porta a termine il compito, ma non in maniera banale, sempre pensata e mai lasciata al caso. Approvato a pieni voti il ritorno di Celine Dion, pronta a mangiare tutte le classifiche mondiali ancora una volta, come ormai puntualmente succede da più di tre decenni.

 

Tags: , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Lo studio del pianoforte avvicina il suo cuore alla musica in tenera età facendole sviluppare presto una passione per tutta la musica esistente. Appassionata di musica strumentale è una biologa prestata alla critica musicale. Amante dell'indierock, la sua unica certezza i Radiohead. La musica, l'evoluzione e i numeri la sue passioni.



Rispondi

Torna in alto ↑