News Biagio Antonacci - San Siro | © Mimmo Lamacchia

Pubblicato il giugno 3rd, 2014 | da kathi Fraccaro

0

Biagio Antonacci abbraccia San Siro

Sabato 31 Maggio San Siro ha aperto la sua stagione estiva ospitando Biagio Antonacci con il suo concerto, per la seconda serata organizza da F & P Group. La prima è stata quella di Bari ed entrambe fanno parte dell’evento Palco Antonacci in attesa dell’inizio del Tour previsto per Novembre,  quando il cantante festeggerà anche il suo cinquantunesimo compleanno.

Lo stadio in questa occasione è diventato un tappeto colorato dai migliaia di fan arrivati da ogni parte d’italia e in trepidante attesa fin dalle prime ore del pomeriggio.  A dare inizio al concerto è stato il brano ” Se io se lei” in lingua tedesca eseguito dalla cantante Nadia Von Jacobi, che Biagio ha sentito cantare in un locale e che ha voluto con se a San Siro.

Il palco si presenta molto grande con due enormi passerelle ognuna delle quali termina con un grande schermo orizzontale per permettere una buona visione anche a chi sta seduto sugli spalti. Al centro una grande pedana a forma di cuore stilizzato e un mega schermo verticale.

Biagio Antonacci - San Siro | © Mimmo Lamacchia

Biagio arriva e canta il brano “Cado” proprio per iniziare la grande festa di stasera. Uno spettacolo di oltre due ore proseguito con i brani “Mi fai stare bene”, “Dolore e Forza”, ” Il cielo ha una porta sola” ,”Ti dedico tutto”. “E’ il momento di rifare anche questa dopo tanto tempo che non la canto più” dice l’artista e intona “Non so a chi credere”. In  questo live Biagio ha presentato i brani più salienti della sua carriera che festeggia i 25 anni di un grande amore tra lui e il suo pubblico. “Noi cantanti e artisti abbiamo avuto sicuramente di più di quello che abbiamo dato” dice il cantante rivolgendosi alla platea, allargando le braccia e salutando le bandiere argentine che sventolano davanti a lui.

Proprio in questa occasione Biagio ha voluto con se anche i suoi amici e colleghi artisti Eros Ramazzotti e Laura Pausini. Introducendo Eros,  l’artista ricorda che anche se nati in  paesi diversi entrambi provengono dai quartieri e dalla strada e lo abbraccia.

Eros scherzosamente chiede un asciugamano per Biagio. Si avvicinano al pianoforte per duettare accompagnati dal maestro Luca Scarpa. Eros dedica la canzone a Paolo e Biagio commosso dice che il papà ne sarebbe stato fiero e interpretano insieme “Una storia importante”.  Ultimo duetto “E ci sei adesso tu” su cui Eros saluta il pubblico e lascia il palco.

Lo spettacolo continua con un Biagio che trascina tutti con l’energia pura di “Non è mai stato subito” poi sul brano “Se è vero che ci sei” scorrono sul mega schermo le immagini dei fan prima dell’inizio concerto.

Mentre il cantante corre a cambiarsi, risuona nello stadio il grande assolo acustico della chitarra di Massimo Varini seguito dalle persussioni di Leonardo Di Angilla.

Il cantante milanese ritorna sul palco e mentre canta“ Quanto tempo e ancora” arriva Laura Pausini e in duetto regalano anche la versione spagnola del brano.

La Pausini dichiara “Senza le canzoni i cantanti non sono niente e “Vivimi” e “Tra te e il mare” sono stati scritti da questo signore qua” e abbraccia Biagio.

Insieme poi interpretano una versione indedita e rockeggiante di “Convivendo”  con il pubblico in piedi a ballare. Coinvolgente ed emozionante il momento in cui per mano Biagio e Laura hanno cantato “Vivimi”.

Durante il brano “E ti penso raramente” sullo schermo venivano trasmessi i video che i fan hanno inviato a Biagio su questa canzone. Il live continua alternando i successi di ieri ai  brani di quest’ultima fatica “L’amore comporta”.

L’artista continua il suo spettacolo, parlando al suo pubblico, “Ho sognato spesso di cantare con i miei amici Eros e Laura e finalmente stasera ci sono riuscito ma mai avrei pensato di cantare tutti e tre insieme”  e nel delirio totale dei fan interpretano ” Tra te e il mare”.

Non poteva mancare “Sognami” a cui Biagio dedica sempre un angolo dei suoi concerti, perché crede fermamente che anche quando qualcuno se ne va dalla nostra vita, noi dobbiamo continuare ad essere felici come ci avrebbero voluto vedere e questa sera in modo particolare  la dedica al padre.

Al termine del concerto  presenta tutta la sua band, Gabriele Fersini, Emiliano Fantuzzi, Massimo Varini alle chitarre, Mattia Bigi al basso, Fabrizio Morganti alla batteria, Alessandro Magri alle tastiere, Leonardo Di Angilla alle percussioni e Max Tagliata alla fisarmonica. Ringrazia tutti i collaboratori e manda sullo schermo  la scritta “Papà ti amo”.

Cori e applausi, sono stati così forti e frequenti da far emozionare il cantante Milanese, si vedeva che il cuore gli scoppiava di gioia per essere riuscito ancora una volta con la sua musica a trasmettere così tante emozioni.

Tags: , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi