OTR Live (On The Road), ieri sera, 6 Ap..." /> Carmen Consoli incanta Cosenza. La recensione ed il reportage | MelodicaMente

Reportage Carmen Consoli

Pubblicato il aprile 7th, 2010 | da Giuseppe Guerrasio

0

Carmen Consoli incanta Cosenza. La recensione ed il reportage

Grazie ad OTR Live (On The Road), ieri sera, 6 Aprile 2010, abbiamo avuto il piacere di assistere al concerto di Carmen Consoli relativo ad uno dei due tour che la Cantantessa sta eseguendo in giro per l’Italia. Mentre nei club l’artista siciliana va forte con il rock di Ventunodieciduemilatrenta“, che tra l’altro per la prima volta la vede impegnata al basso, noi abbiamo avuto la fortuna di assistere al tour teatrale “Elettra”. Carmen Consoli Ispirata da Elettra, personaggio della mitologia classica, Carmen Consoli partendo dal mito greco mette in evidenza nuovi personaggi femminili, affiancandoli a temi complessi e arricchiti da diversi spunti artistici. Ai classici strumenti come chitarra, basso e batteria sul palco compaiono archi e percussioni, il tutto affiancato da una scenografia curata e ricercata e completato da luci e costumi. Così al cinema/teatro Garden di Rende (CS), nel corso del quarto appuntamento di “Fatti di Musica Radio Juke Box 2010”, ventiquattresima edizione della rassegna del miglior live d’autore ideata e diretta da Ruggero Pegna, Carmen Consoli, che oltre a cantare ha dimostrato le suo doti nel suonare la chitarra acustica, è stata accompagnata da colleghi ed amici di lunga data come Massimo Roccaforte e Santi Pulvirenti alle chitarre, Marco Siniscalco al contrabbasso, Adriano Murania al violino, Marcello Leanza ai fiati, Puccio Panettieri alla batteria, Leif Searcy alle percussioni, in uno spettacolo unico durato quasi due ore. Dopo l’apertura di Fabio Abate, Carmen Consoli da il meglio di se per i presenti al concerto, offrendo il meglio dei brani del nuovo album “Elettra”, ma anche concedendosi con i suoi migliori brani del passato. Non mancano i momenti per le emozioni, la Cantantessa ricorda anche il padre di recente scomparso prima del brano “Mandaci una cartolina“, citando la sua frase “Quannu moru vi mannu nà cattullina“. Si dedica un momento da sola in cui in sequenza propone “Il sorriso di Atlantide“, “Parole di burro” e “Contessa Miseria“, e proprio in quest’ultimo brano da il meglio di se. Non mancano i momenti ironici e comici, in cui piccole gag deliziano il pubblico e nonostante la sensualità di Carmen Consoli la pongono nella posizione di chi comanda (la generalessa). Arriva anche il momento del duetto, seppur virtuale con Franco Battiato, in cui su un video dove è presente il cantante siciliano, viene cantata “Marie ti amiamo“. Carmen Consoli naturalmente non dimentica la sua terra, che più volte cita, nelle immagini, nelle parole, nei discorsi, nei brani. Il massimo tributo alla sua natia Sicilia arriva quando ricorda Rosa Balistreri ed esegue “Bottana di to mà”. Suggestiva anche l’introduzione di “Sud Est”, così come particolare è il tributo a Salvatore Adamo con il brano “La Notte”, accompagnata anche da Fabio Abate. Ma il pubblico si emoziona e all’unisono intona anche altri brani, sul finale, nel classico bis, in cui uno alla volta chiama nuovamente sul palco i membri della sua band, ed esegue ricordando i trascorsi a Sanremo “Quello che sento“, “Amore di plastica” e “Confusa e Felice“, per poi concludere con “A’ Finestra“. Il tutto finisce con una citazione videoludica, richiamando i personaggi del Nintendo Wii, con Carmen Consoli a richiamare con un fischietto i suoi uomini e a salutare il pubblico di Cosenza in standing ovation. Sarà forse mancata la vera atmosfera dell’anfiteatro, ma è stato sicuramente un bel concerto, da ascoltare, da vedere e con cui emozionarsi.

Tags: , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Informatico da sempre, blogger per passione, polemico per professione. Calabrese mezzosangue (per l'alta metà Campano), giro il mondo quando posso. Quando sono fermo ascolto musica. Amo i Pearl Jam, i Nine Inch Nails e gli Smashing Pumpkins. Il resto probabilmente mi piace molto. Ma niente neomelodico e pop scadente.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi