I CSS,  acronimo per Cansei de Ser Sexy,..." /> CSS: unica data italiana a Bologna

News I CSS, così come si presentano sul proprio sito http://www.csssuxxx.com/

Pubblicato il novembre 21st, 2011 | da catapulta

0

CSS: unica data in Italia il 25 Novembre a Bologna

I CSS,  acronimo per Cansei de Ser Sexy, stanchi di essere sexy, sono un gruppo brasiliano pieno di energia, che si è già fatto notare nel panorama della musica indie/electro/pop con un paio di album davvero esplosivi e fuori dalle righe. Si tratta di una banda di quattro ragazze e un solo ragazzo, riconoscibile anche grazie al suo bel paio di baffoni. Il gruppo è capitanato dalla potente e versatile voce della cantante Luísa Hanae Matsushita, in arte Lovefoxxx.

I CSS, così come si presentano sul proprio sito

Quest’anno è arrivata la loro terza creazione, “La Liberacion”, e il gruppo ha cominciato il 17 novembre il proprio tour europeo partendo dalla fredda Finlandia. Ma già venerdì 25 novembre sarà la volta dell’Italia: unica data nello Stivale a Bologna, all’Estragon Club. Concerto assolutamente da non perdere anche se non avete idea di chi siano questi ragazzi.

Nel 2005 i CSS si erano rivelati al mondo esplodendo con l’omonimo album “Cansei de Ser Sexy”: un intruglio di suoni e ritmi, capaci di accattivare l’ascoltatore indie – rock quanto quello electro – dance. Da questo lavoro sono stati estratti ben sette singoli: quelli più apprezzati sono stati sicuramente “Let’s Make Love and Listen Death From Above”, canzone che ha fatto breccia nelle classifiche e “Music Is My Hot Hot Sex”, che è stata pure la musica dello spot per l’iPod e ha definitivamente confermato la potenza del gruppo. Se non conoscete i CSS, avrete avuto probabilmente occasione di sentire su MTV qualcuno dei loro pezzi, o ascoltare distrattamente l’inconfondibile voce di Lovefoxxx  su qualche stazione radio non troppo commerciale.

Nel 2008 ritornano alla grande con “Donkey”, che riscuote un po’ meno successo del primo album: le sonorità sono molto simili al primo lavoro, sempre molta energia e fusione tra diversi generi musicali. Anche se in qualche traccia il tutto risulta un po’ ridondante, nell’insieme “l’asinello” convince. Intanto varie tracce della band vengono scelte per fare parte della colonna sonora di giochi come Fifa e Motorsport 2, in quanto il ritmo si presta molto bene, per dare la carica in un prepartita, prima di insaccare qualche goal o imboccare qualche rettilineo in sorpasso.

“La Liberacion” si distingue rispetto alle precedenti opere per il suo nuovo sound, stavolta più indie che electro, e tendente alcune volte addirittura al reggae, con un ritmo più tranquillo e cadenzato. Del tipo che se ci si era abituati a scalpitare, questa volta i CSS cambiano un pochino le carte in tavola, senza nulla perdere comunque della propria originalità e freschezza. Inoltre si avvalgono pure della collaborazione di nomi importanti, come Bobby Gillespie (Primal Scream) e Mike Garson.

I CSS cantano in inglese impeccabile, ma qualche canzone in portoghese non si fa mancare, come in qualche modo fa intuire il titolo dell’album. Stando a Wikipedia, la cantante Lovefoxxx è brasiliana, ma ha origini portoghesi, tedesche e giapponesi, fomentando ancora di più l’idea di mix che sta alla base del gruppo.

I testi delle canzoni dei CSS sono un piccolo tesoro: a volte sono uno sfogo maleducato verso i malcapitati di turno (vedi l’approccio non proprio amichevole in “Meeting Paris Hilton”), a volte invece sono un vero e proprio delirio di gioia insensata e incontrollabile, e sono emblematiche alcune frasi ricorrenti in “Let’s Reggae All Night”:

If you were my friend you could clean my house if you want…so we can reggae all night!

Ci sono anche momenti più seri, confessioni d’amore come nella bellissima “Left Behind”, alternati a momenti di pura rabbia irrefrenabile, come nell’incomprensibile autolesionistica “CSS Suxxx” o  nella scalpitante nuovissima “La Liberacion”, che dà anche il titolo all’album.
Per vedere e sentire i CSS dal vivo bisogna fare un salto all’Estragon Club di Bologna venerdì 25 novembre 2011.

Tags: , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi