Reportage Ministri - OCA

Pubblicato il maggio 8th, 2013 | da Greta C

0

L’energia dei Ministri e la profondità degli Afterhours animano le OCA

Eventi come quello tenutosi martedì 7 maggio 2013 fanno bene alla nostra musica, ad una radio che si è sempre battuta per preservare la cultura, Radio Popolare, e soprattutto sono una gioia per il pubblico, sempre pronto a reagire quando si tratta di scatenarsi grazie alle sette note.

Alle Officine Creative Ansaldo, meglio conosciute semplicemente come OCA, due delle band milanesi più apprezzate del sottobosco indipendente italiano si sono esibite per un concerto organizzato da Radio Popolare dal titolo “Bella e Possibile”. La radio vige in una situazione di difficoltà economica e sta organizzando una serie di iniziative molto interessanti, curiose e particolari che vi invitiamo a scoprire andando sul loro sito ufficiale. Un piccolo aiuto che può valere molto.

Dopo questa parentesi passiamo alla musica, quella suonata, quella che ha soddisfatto il pubblico presente alle OCA. Sul palco salgono i Ministri, tenuta classica da live e una energia che probabilmente lascia per qualche secondo attoniti coloro che non hanno mai visto la formazione dal vivo mentre i fan, gli habitué, si scatenano immediatamente in una grande bolgia che non può di certo lasciare indifferenti. I Ministri portano sul palco alcuni dei più acclamati successi tratti  da “Per un passato migliore”, disco pubblicato proprio quest’anno che sta riscuotendo un notevole successo di pubblico.

Davide Autelitano, meglio conosciuto semplicemente come Divi, sa di certo come far divertire il suo pubblico di giovanissimi fan che saltano e pogano dall’inizio alla fine dello show. Una bolgia frenetica che si muove sulle note di “Comunque”, “La pista anarchica”, “Spingere” ma anche “Mammut” che scatena inevitabilmente tutto il pubblico, anche quello ancora restio. C’è posto anche per alcuni brani provenienti dai dischi più vecchi dei Ministri da “Il Sole (E’ importante che non ci sia)” contenuto in “Fuori” passando a “I Nostri Uomini Ti Vedono”. Una setlist che si muove in perfetto equilibrio, uno show che esalta e accontenta totalmente il pubblico. Se non avete ancora visto i Ministri dal vivo è giunto il momento di scegliere la data più vicina ed accaparrarsi il biglietto.

Ministri & Afterhours - OCA | Pagina Facebook Radio Popolare

Ministri & Afterhours – OCA | Pagina Facebook Radio Popolare

Passando agli Afterhours l’atmosfera diventa molto più racchiusa, si spegne l’elettricità dei Ministri per lasciare spazio a Manuel Agnelli e Rodrigo D’Erasmo. In un raffinato show acustico gli Afterhours portano sul palco le perle della loro discografia. Uno show incredibile, sotto molti punti di vista. Innanzitutto perché non c’era sul palco la classica formazione della band milanese ma il tutto ruotava attorno ai due musicisti già citati che hanno saputo creare un’atmosfera confidenziale e profonda. S’inizia con “Padania” per poi proseguire con “Ballata Per La Mia Piccola Iena”, “Male di Miele”, “Bye Bye Bombay”, “Pelle”, “1.9.9.6” fino ad arrivare a “Non è per sempre” annunciata da Manuel Agnelli con un piglio molto ironico. Il leader degli Afterhours sa di avere ormai il pubblico fra le proprie mani e non può di certo far mancare “Quello Che Non C’è”.

Due show molto diversi, il primo è stato una vera e propria valanga d’energia, di vitalità, d’entusiasmo; i Ministri hanno portato il pubblico a toccare quasi l’esaltazione, in un’ora senza pensieri, senza freni, tutta l’attenzione concentrata solo sulla musica. Diversamente gli Afterhours si sono spogliati musicalmente il più possibile e lo show acustico realizzato ha donato una veste intima, struggente ed appassionante. Capita davvero raramente di poter ammirare nella stessa sera Ministri più Afterhours, evento più unico che raro, soprattutto al moderato costo di 15 euro. Una serata ben spesa dove per una volta è la musica a vincere su tutto. Ne avremmo bisogno più spesso di momenti del genere.

 

Tags: , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi