News Marco Mengoni

Pubblicato il luglio 22nd, 2010 | da Luisa Fazzito

1

Fabri Fibra scatena le ire di Marco Mengoni

Giusto ieri parlavamo del nuovo web album di Fabri FibraQuorum” in download gratuito sul sito ufficiale del rapper e già si è scatenata una guerra legale per colpa di uno dei brani contenuti nell’album. Il contenzioso vede protagonisti Fabri Fibra e Marco Mengoni, rivelazione della scorsa edizione di X Factor, chiamato in causa dal rapper nel brano “Non ditelo“:
Secondo me Mengoni è gay ma non può dirlo perché poi non venderebbe più una copia“, frase questa che ha ovviamente scatenato le ire del vincitore di X Factor che dalle pagine del suo profilo Facebook fa sapere che questa faccenda si concluderà in un’aula di tribunale:
Quello che è successo oggi non finisce qui. State sicuri che prenderemo provvedimenti, per vie legali, con la civiltà che qualcuno, a quanto pare, non conosce” – riporta sul Social Network.

Una guerra parallela è quella che si è scatenata anche tra i relativi fan, i più agguerriti sono i sostenitori di Mengoni che accusano il rapper di Sinigallia di omofobia tanto da dare il via ad una raccolta firme contro il brano “Non ditelo“, iniziativa che in poche ore ha raggiunto i 1300 iscritti al gruppo.
Dall’altra parte Fibra ha pubblicato una nota sul suo profilo Facebook sulla quale precisa: “Dico la verità: non mi considero un omofobo“. Come si concluderà questa faccenda?

Tags: , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Appassionata di calcio e sport, amante di tutto ciò che è rock e grunge, apprezza la musica e ne scrive quotidianamente. Ama i live e segue con passione gli eventi mediatici, coordina con entusiasmo il gruppo editor di MelodicaMente.



One Response to Fabri Fibra scatena le ire di Marco Mengoni

  1. alu says:

    Mi permetto di fare una precisazione: Mengoni non ha replicato in alcun modo; in tutta questa faccenda è l’unico ad essere rimasto in silenzio. Le parole riportate da lei nell’articolo sono state scritte da uno dei gestori della fanpage del cantante su facebook, che non è una pagina personale e non viene gestita lui. Se potesse rettificare si eviterebbe di scatenare un polverone mediatico più grosso di quello che sì è creato. Grazie per l’attenzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi