Testi e Traduzioni Morgan

Pubblicato il febbraio 17th, 2010 | da Luisa Fazzito

14

Lo streaming de “La sera”, il brano di Morgan escluso dal Festival di Sanremo

Morgan si, Morgan no, per tutta la settimana non si è parlato d’altro che della presenza di Morgan al Festival di Sanremo. Ascoltando i brani di ieri in gara, dobbiamo constatare che quella dell’eclettico giudice di X Factor è una perdita non indifferente, visto che il cantautore avrebbe portato la musica raffinata e d’autore sul palco dell’Ariston.
Sia chiaro, sicuramente il brano di Morgan “La Sera” non avrebbe vinto il festival, proprio perchè troppo impegnata (non un classico brano sanremese)  ma un premio della critica e agli arrangiamenti l’avrebbe meritato tutto.
Morgan si era preparato egregiamente per la sua avventura a Sanremo curandone ogni particolare, addirittura rivestendo il doppio ruolo di cantante e direttore d’orchestra. Eppure ieri la Rai ha deciso di non permettere a Marco  Castoldi (vero nome di Morgan) neanche di presentare il suo brano, limitandosi solo a poche parole d’incoraggiamento da parte di Antonella Clerici oltre alla lettura di pochi versi de “La sera”.

A seguire vi lasciamo l’ascolto di “La Sera” (testo) , fateci sapere cosa ne pensate

Tags: , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Appassionata di calcio e sport, amante di tutto ciò che è rock e grunge, apprezza la musica e ne scrive quotidianamente. Ama i live e segue con passione gli eventi mediatici, coordina con entusiasmo il gruppo editor di MelodicaMente.



14 Responses to Lo streaming de “La sera”, il brano di Morgan escluso dal Festival di Sanremo

  1. cavallo pazzo says:

    I GRANDI SONO SEMPRE STATI BOICOTTATI DAI POVERI DI CULTURA PERCHE’ , QUESTI,NE HANNO SEMPRE AVUTO PAURA.
    MORGAN, CONTINUA IL TUO PERCORSO DI VITA POICHE’ LA TUA VITA INFLUENZERA ANCHE LA NOSTRA. NON ESISTONO I CATTIVI ESEMPI, ESISTONO SOLO GLI ESEMPI DA NON SEGUIRE.
    AFFETUOSAMENTE. CAVALLO PAZZO

  2. cavallo pazzo says:

    DIMENTICAVO DI DIRE CHE,RITENGO IL BRANO CARICO DI VERO SENTIMENTO SOFFERTO E CONSAPEVOLE DOVE LA BASE MUSICALE RIESCE A DARE ,E A SVOLGERE L’IMPRONTA DEL TESTO SE PURE IN MODO NON CONVENZIONALE.
    NON BRAVO MA BRAVISSSSSSSSIMO. CIAO.

  3. sophia says:

    é caleidoscopica. Suggestiva…evocativa intensa… semplicemente magnifica.
    Il Direttore della Rai dovrebbe valutare seriamente le proprie dimissioni.

  4. Lucediluna says:

    La canzone non è bella, è MAGISTRALE. Diciamocci la verità. Niente di quello che si sentira a Sanremo puo ugualare questa canzone. E un diamante. Sanremo no puo soffrire il genio, può solo promuovere la mediocrità. Non hanno capito la genialità di un artista che esce da tutti i schemi e cliché. Va aldilè della musica popolare. Il suo brano è pura genialità. La musica di Marco Castoldi è inovatrice e unica, la sua voce è splendida, l´orchestrazione è di una complessità matura e sapiente, le sfumature sono di una sottile magia, sembra di avere un cuadro di William Turner davanti. Questa canzone ha un anima e ringraziamo Marco per avere affermato in un Italia cosí priva di opinione e dominatà dalla paura di essere semplicemente una personna, con le sue fragilità… ma sopratutto con la sua grande forza, la sua musica. Grazie Marco di essere onestò e di proporre una musica orrechiabile per chi ha un minimo di senso musicale. Il Festival si coglie di gente dishumana che pensa solo a trovarse un albergo cinque stelle degno di se, mentre nel mondo ci sono delle realtà di povertà che vanno aldilà di ogni immaginazione. Questo è il verò scandalo. Quanti millioni intasca la RAI? Grazie Marco di esistere. Grazie di fare della tua musica un vero messagio, la sola cosa VERA in tutta quella siilata di bambocci. Grazie stella splendente, possa tu splendere sempre di più. Niente può scurire il sole. Niente.

  5. Rossella says:

    E’ MERAVIGLIOSA, IN PERFETTO STILE MORGAN! SI VEDE CHE DIETRO C’ E’ IL LAVORO DI UN VERO PRIFESSIONISTA!!! MORGAN NON VEDO L’ ORA DI SENTIRTI ANCORA QUI’ A BARI, CONTINUA E NON TI ARRENDERE MAI!!!!!

  6. Buhziggbuh says:

    BELLA. La base è fantasticosissimissima. Un bel [-.-“”””””””””””] alla Rai.

  7. anoig says:

    Voi scambiate la complessità di un pezzo musicale con la buona musica; il pezzo di Morgan è come lui: presuntuoso, pretenzioso, cacofonico… un pezzo che non andrà mai al di là della curiosità dettata dalla sua esclusione.
    Non basta accozzare fra loro dei rivoli musicali in ordine sparso conditi con parole pseudo suggestive… ci vuole di più cari amici per entrare nell’elite dei veri artisti popolari: vogliamo parlare di De André? di Paolo conte? di De Gregori? State, purtroppo, gonfiando un individuo che è già gonfiato di suo e che ha proposto uno dei suoi soliti brani “ciofeca” (l’ennesimo di una “carriera” di cui -melodicamente e poeticamente parlando- non si ricorda niente o quasi). Lui sa che tutto questo battage pubblicitario scatenato in questi giorni lo inserisce di diritto, agli occhi della gente, nell’ambito dei “poeti/cantautori maledetti”… ecco perché si aspetta che il suo “pezzo” venga valutato per quello che non è: in realtà, come ho già detto, è solo un brano rivestito di una complessità artistica artificiosa che si traduce in una manifestazione cacofonica che nessuno di voi (a distanza di tempo) ricorderà o proverà a cantare… ma neanche ascoltare.

  8. veronica says:

    Morgan ha scritto una canzone che avrebbe esaltato l’orchestra di sanremo: ogni strumento avrebbe fatto musica con la propria voce accompagnando questa meravigliosa poesia. Veramente VERGOGNOSO che sia stato escluso dal festival e che ci siamo dovuti sorbire Emanuele Filiberto e Pupo in quell’oscenità che hanno cantato. Mi dispiace che Morgan abbia fatto un così bel regalo alla musica sanremese rifiutato dalla rai con le baionette. PERLE AI PORCI!

    NON E’ GIUSTO CHE IL NOSTRO CANONE SIA SPESO COSì!!! L’avrei voluto vedere dirigere l’orchestra! Non voglio che la RAI emetta un editto bulgaro contro morgan. Lo voglio alla RAI, non sulla PAYTV. GRAZIE!

  9. sky says:

    si starà anche gonfiando uno che è gia gonfiato di suo, caro anoig, ma non è sl un pezzo complesso e caotico….forse è un pezzo che nn si sente da troppi anni, forse mezzo secolo se nn di piu, x l’incapacità dei cantanti/musicisti di oggi di mettere sfruttare un’orchestra x l’esecuzione dei pezzi…siamo circondati di roba banale che anche chi nn sa cosa è la musica saprebbe fare…di sicuro lui a differenza degli altri cantanti ha studiato e avendo i mezzi valorizzato un’orchestra come quella del festival, chi altro dei 15 in gara lo ha fatto?, fidati…dunque complimenti alla sig.ra rai x aver privato l’italia di una piccola opera…la solita italia bigotta e ancorata al suo moralismo opportunista! ma in fondo è giusto altrimenti il festival sarebbe stato troppo bello!

  10. anoig says:

    Ogni uno fa le sue valutazioni… le mie sono radicalmente all’opposto delle tue Sky ed è giusto che sia così: sarà il tempo, con il suo scorrere inesorabile, a dare il giusto valore a quanto proposto oggi da Morgan.

  11. cavallo pazzo says:

    Caro ANOIG ma quanti anni hai?
    La musica ha tutta un senso, bisogna solo avere la sensibilità di saperla ascoltare, chi si arrocca e non si apre, questo in generale e non solo per la musica, è destinato a rimanere isolato. Non c’è solo il bianco ed il nero il mondo è bello perchè è multicolore.Le canzoni più belle sono ,quasi sempre,state le più negate nel loro tempo. CIAO C.P.

  12. dragon says:

    anoig ma di musica non ne capisci proprio nulla.non sono certo due rivolti messi qua e la e non riesci neanche a cogliere riferimenti musicali che probabilmente non sono alla tua portata.visto il giudizio che hai dato saresti capace di denigrare anche gruppi prog come PFM,anglagard,AREA senza scomodare monumenti come Pink Floyd e Jethro Tull.morgan non mi èmai piaciuto ma è proprio questo pezzo che me l’ha fatto rivalutare

  13. anoig says:

    Caro Dragon, la musica è tutta alla mia portata, io non ho alcun pregiudizio verso nessuno: per me la musica è unica, dalla classica al rock duro.
    Trattasi solo di capire se siamo in presenza di un pezzo ciofeca o di un brano qualitativo: quello di Morgan è della prima categoria, fidati e, come ho già detto, sarà il tempo a darmi ragione.
    Gli artisti che hai citato li conosco più o meno bene, ma io non giudico un pezzo musicalein base a chi l’ha scritto, ma in base alla qualità dello stesso, a prescindere dall’autore; anche i grandi autori di tanto in tanto sfornano ciofeche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi