News no image

Pubblicato il giugno 7th, 2009 | da Giuseppe Guerrasio

3

Marilyn Manson senza droga piange durante un’intervista

Marilyn Manson ha ammesso in un’intervista che il suo tour manager si rifiutato recentemente di fornirgli della droga.

Marilyn Manson durante l’intervista in cui si  è messo a piangere ha dichiarato:

Steve (il manager del Tour 2009) mi ha lasciato per più di due ore senza droga. I miei occhi sono pieni di lacrime. Poi mi ha chiesto se ha ragione! E ‘ridicolo. Mi guardo allo specchio e mi chiedo se sto bene”

La confessione è stata fatta in un’intervista al Daily Mirror, Manson ha continuato dicendo che ha tentato di far parte di un gruppo di Alcolisti Anonimi e che uno del gruppo gli abbia chiesto un autografo.

Ero molto arrabbiato. Ho pensato che si potrebbe indossare una maschera e dire: ‘Io sono alcolizzato e sono anonimo.’ Questo è davvero un alcolizzato…

Manson continua ad essere una rockstar capricciosa, drogata ed alcolizzata oppure è solo un tentativo di attrarre maggiori attenzioni?

[via The Rock Blog]

Tags: , ,


Informazioni sull'Autore

Informatico da sempre, blogger per passione, polemico per professione. Calabrese mezzosangue (per l'alta metà Campano), giro il mondo quando posso. Quando sono fermo ascolto musica. Amo i Pearl Jam, i Nine Inch Nails e gli Smashing Pumpkins. Il resto probabilmente mi piace molto. Ma niente neomelodico e pop scadente.



3 Responses to Marilyn Manson senza droga piange durante un’intervista

  1. BUNGA BUNGA says:

    che si fotta quel drogato e alcolizzato di medda… poverino, che pena che mi fa… due ore senza droga e si mette a piangere… fa solo schifo e basta. si deve ritenere fortunato di essere ancora vivo, c’è gente molto più meritevole di vivere di lui che è morta per molto meno… se ce l’avessi fra le mani (anzi fra i piedi) lo piglierei a calci in culo dalla mattina alla sera. è un cantante troppo poco serio che non sarebbe mai dovuto esistere. lo odio con tutte le mie forze. vaffanculo marilyn manson di meeerdaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. nemesis says:

    bunga bunga o chi diavolo sei:sei tu una persona di merda. Marilyn Manson rappresenta tutte quelle persone che nella vita hanno sofferto e si sono rifugiate nella droga e nell’esagerazione. Finchè la droga non gli ha bruciato il cervello ha rilasciato delle interviste in cui ha dimostrato di avere un cervello che pensa in modo razionale, diversamente da persone come te che giudicano soltanto dall’apparenza. Al di là di marilyn manson, bisogna cercare di vedere cosa c’è dietro le persone invece di sputare sentenze gratuitamente. Tu non sei nessuno per giudicarlo, come non lo è nessun altro, E come nessuno può giudicare le persone che si drogano o hanno altri problemi di questo genere, perchè sono persone che soffrono,hanno sofferto e continuano a soffrire. Non sono le uniche certo, ma non sono nemmeno persone da scartare: sono persone da aiutare! marilyn manson credeva col successo di rimediare alle sue sofferenze, e invece si è rovinato con le sue stesse mani, lo vogliamo affogare ancora di più per questo? ha il dirittto di vivere come ce lo hai tu.

  3. None says:

    Condivido pienamente il pensiero di nemesis. Che le droghe gli stiano friggendo il cervello, non vé dubbio ma comunque adoro sia ascoltare la sua voce sia comprendere a pieno il significato nascosto di numerose sue canzoni apparentemente piene solo di trasgressione. Lui é imprigionato nell’immagine negativa e superficiale che il mondo borghese ha e che lui si é tanto dannato per costruire credendo che fosse l’arma giusta di ribellione, non capendo che così facendo sarebbe finito imprigionato in lui stesso. Da se stessi non vè fuga. Sta lentamente perdendo il senno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi