Gli MGMT duo di Brooklyn che è considerato attualm..." /> Gli MGMT firmano la compilation "Late Night Tales" con una cover inedita | MelodicaMente

News MGMT - Late Night Tales

Pubblicato il agosto 4th, 2011 | da Greta C

0

Gli MGMT firmano la compilation “Late Night Tales” con una cover inedita

Gli MGMT duo di Brooklyn che è considerato attualmente fra le band più interessanti degli ultimi anni, ha fatto sapere che il prossimo 3 ottobre verrà pubblicata una compilation curata da loro stessi. Purtroppo non si tratta di canzoni inedite ma dei brani che hanno influenzato la loro carriera e soprattutto il modo d’intendere e concepire la musica.

MGMT

I nomi che compaiono nella compilation, di cui è già disponibile la tracklist, sono sicuramente di nicchia ma allo stesso tempo band che hanno segnato la storia dell’attuale musica elettronica, indie e in più generale in tutto quel filone musicale etichettato come “alternativo” ai canoni imposti dal pop e dalla grande massa.

Ben Goldwasser ed Andrew Van Wyngarden hanno scelto di includere anche una cover inedita di un brano dei Bauhaus targato 1982 “All we ever wanted was everything” a cui sono molto affezionati e che ha influenzato parecchio lo stile della band. Ricordiamo brevemente la storia del gruppo di Brooklyn che ha iniziato a comporre musica nel 2002 grazie all’incontro fra i due ragazzi. La band ha attualmente all’attivo tre dischi, l’esordio è avvenuto nel 2005 con “Climbing To New Lows”, susseguito dal fortunato “Oracular Spectacular” del 2007 anno particolarmente propizio per il duo che ha ricevuto complimenti e critiche davvero entusiaste. Il 2010 è stato l’anno di “Congratulations” che ha contribuito ad estendere la fama del gruppo.

A marzo è stato pubblicato anche un minialbum intitolato “Congratulations EP remixes” contenente tre brani, facenti parte dell’ultimo lavoro della band, rivisitati da DJ molto in voga nel settore come Cornelius.

MGMT - Late Night Tales

MGMT - Late Night Tales

Di seguito la tracklist della compilation curata dagli MGMT, “Late Night Tales”:

  1. “Can’t see through it” – Disco Inferno
  2. “Love you girl” – The Great Society
  3. “Cheree” – Suicide
  4. “Stop and smell the roses” – Television Personalities
  5. “Ocean”Velvet – Underground
  6. “Red indians” – Felt
  7. “Laughing boy” – Julian Cope
  8. “For belgium friends” – Durutti Column
  9. “Mound of clay” – Charlie Feathers
  10. “For wilde” – Mark Fry
  11. “All we ever wanted was everything” (Bauhaus Cover) – MGMT
  12. “Troubled mind” – Cheval Sombre
  13. “Drug song” – Dave Bixby
  14. “Hearts are like flowers” – The Jacobites
  15. “Pink frost” – The Chills
  16. “Sparks” – Martin Rev
  17. “Melancholy man” – The Wake
  18. “Lord can you hear me?” – Spacemen 3
  19. “Morning splendor” – Pauline Anna Strom
  20. “Lost for words part 2” – Paul Morley

Il progetto “Late Night Tales” merita di essere approfondito: esso consiste in un invito agli artisti maggiormente interessanti e conosciuti all’interno della musica elettronica o indipendente mediante il quale viene loro affidata una collezione di canzoni. Esse devono costituire la cosiddetta “late night” e sono dunque una selezione totalmente a gusto del gruppo che viene poi affidata al giudizio dei fan. I nomi che hanno partecipato a questo progetto sono molto interessanti e sul sito internet ufficiale del progetto //latenighttales.co.uk/ si può visionare gli altri lavori che vedono la firma di gruppi come The Flaming Lips, Jamiroquai ed Arctic Monkeys.

Come spiegato proprio nel concept stesso del progetto, esso mira non solo ad essere una mera selezione di canzoni ma di racchiudere lo spirito di un gruppo, non mediante le proprie canzoni ma grazie ad altre che sono state il pilastro portante originale. All’interno dei dischi si possono trovare anche cover, canzoni rivisitate e alcune altre particolarità. Approfondendo, ad esempio il progetto Arctic Monkeys, si può notare che le canzoni possono essere ascoltate in streaming all’interno del portale stesso oppure il lavoro può essere acquistato ad un prezzo davvero accessibile e differenziato a seconda che si voglia la versione tradizionale o quella deluxe.

Tags: , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi