Road To U2 at MTV EMA '95| Bertrand Guay/ Getty Images

Pubblicato il novembre 3rd, 2011 | da Giuseppe Guerrasio

0

Road To MTV EMA 2011: i vincitori e le performance delle passate edizioni 1994-1999

Gli MTV EMA si rinnovano ogni anno, ma sicuramente ogni edizione porta con se buone cose e quello che mai verrà dimenticato sono i vincitori delle passate edizioni. Torniamo con Road To MTV EMA 2001, dopo aver parlato della presentatrice Selena Gomez, la città ospitante Belfastscopriamo insieme i vincitori di tutte le edizioni degli MTV Europe Music Awards.

1994, la prima edizione a Berlino, inizia la storia

La prima edizione degli MTV EMA, presentata da Tom Jones, si tenne il 24 Novembre 1994 alla Porta di Brandeburgo, di quel giorno si ricordano diverse performance di non poco conto, gli Ace of Base eseguirono “Living in Danger”, gli Aerosmith, che vinsero nella categoria Best Rock, ci deliziarono con “Cryin”, Björk eseguì “Big Time Sensuality”, George Michael propose la sua classica “Freedom”, Prince fece diventare storica quella edizione con “Peach”, mentre i Roxette proposero “Sleeping in My Car”, i Take That, che vinsero come Best Group, cantarono e ballarono “Sure”, i Therapy? performarono “Die Laughing” ed infine il presentatore Tom Jones cantò “If I Only Knew”. Al fianco del presentatore in quella serata si avvicendarono tra gli altri gli East 17, Jean Paul Gaultier, Naomi Campbell, Pamela Anderson ed Helena Christensen, personaggi dello showbiz che premiarono Youssou N’Dour and Neneh Cherry nella categoria Best Song per “7 Seconds”Mariah Carey e Bryan Adams rispettivamente come Best Female e Best Malei Crash Test Dummies furono insigniti del Best New Act ed i Prodigy del Best Dance, quell’anno fu anche dato il premio Free Your Mind Award, ritirato da Bono degli U2 per conto di Amnesty International.

1995, Parigi, Bono degli U2 attacca Chirac

U2 at MTV EMA '95| Bertrand Guay/ Getty Images

Un anno dopo, il 23 Novembre 1995, toccherà al Le Zénith di Parigi ospitare la manifestazione e a Jean Paul Gaultier presentarla. Fu un’altra edizione degna di nota, con Bono degli U2, band che vincerà come Best Group ancora una volta tra i protagonista, questa volta quasi insultando il presidente Jacques Chirac per i test nucleari. In quell’edizione in cui comparve anche la futura prima donna di Francia, Carla Bruni, i Cranberries vinsero come Best Song con “Zombie”, brano che eseguirono anche quella stessa sera dal vivo, mentre un anno dopo la sua performance dal vivo Björk trionfò come Best Female, la sua controparte, con il titolo di Best Male, fu Michael Jackson. Tra le altre performance dal vivo anche “Hey God” dei Bon Jovi, band che vinse come Best Rock, “The Man Who Sold the World” di David Bowie, “The Universal” dei Blur. Il titolo di Best New Act andò ai Dog Eat Dog, quello di Best Dance agli East 17, mentre i Take That tornarono a vincere nella categoria Best Live Act.

1996, a Londra Eros Ramazzotti tra gli ospiti

Gli MTV EMA 1996 si tennero all’Alexandra Palace di Londra il 14 Novembre 1996, a presentarla fu, il già pluripremiato membro dei Take That, Robbie Williams. Tra le performance di rilievo della serata si ricordano le due cover eseguite dai Metallica, “Last Caress” e “So What?”, che all’ultimo momento cambiarono il brano da proporre, mentre gli Smashing Pumpkins, vincitori come Best Rock, eseguirono “Bullet with butterfly Wings”. Il 1996 fu l’anno che decretò il successo degli Oasis, i quali vinsero ben due premi, come Best Group e con “Wonderwall” come Best Song. Inoltre in quella serata in cui si esibì anche il nostrano Eros Ramazzotti con “Più Bella Cosa” , tornarono alla vittoria i Prodigy come Best Dance.

1997, l’ambo degli Hanson, il tris dei Prodigy e “L’ombelico del Mondo” di Jovanotti a Rotterdam

Il 6 Novembre 1997, esattamente lo stesso di 14 anni prima dell’edizione di quest’anno, gli MTV Europe Music Awards ebbero luogo all’Ahoy di Rotterdam, sotto la direzione d Ronan Keating, uno dei pochi ad aver presentato due volte la manifestazione. Quel giorno i premi furono suddivisi tra pochi gruppi, in particolare gli Hanson vinsero come Best New ActBest Song, Jon Bon Jovi fu Best Male e Janet Jackson Best Female, e gli Oasis allargarono la loro bacheca aggiungendo anche il titolo Best Rock. Il mondo del cinema per la prima volta collideva con gli MTV EMA, Will Smith vinse il titolo di Best Rap, ma i veri dominatori di quella edizione furono i Prodigy che vinsero Best Alternative, Best Dance, e Best Video con “Breathe”. Alle Spice Girls andò il premio Best Group, categoria dove si ripeteranno l’anno dopo. Per finire oltre all’esibizione live degli U2 che in diretta da una data del loro tour mondale cantarano e suonarono “Mofo”, e che vinsero anche il premio Best Live Act, ci fu quella di Jovanotti che cantò “L’ombelico del mondo”.

1998, Milano tra moda e musica

Al Forum di Assago di Milano, il 12 Novembre 1998 inizia a consolidarsi il dualismo moda e musica, l’ex modella di Playboy Jenny McCarthy guida le danze su un palco in cui si affacciano tra gli altri Giorgio Armani e Dolce e Gabbana. Robbie Williams appare per la quarta volta agli MTV EMA e vince come Best Male,  ma il chiaro segno che la premiazione non è più qualcosa di poco interessante arriva dal fatto che Madonna viene premiata come Best Album e Best Female. Come già detto le Spice Girls si ripetono vincendo il Best Group ed ottengono anche il Best Pop,  mentre quasi diventato monotonia i Prodigy ancora una volta vincono il Best Dance. Per la prima volta quell’anno arrivarono le selezioni regionali di MTV Select, competizione in cui gli Italiani Bluvertigo vinsero come MTV Select — Southern.

1999, Dublino, il record di Britney Spears

L’11 Novembre 1999, al Point Theatre di Dublino, torna a presentare Ronan Keating, che questa volta riesce anche ad ottenere con i suoi Boyzone il Best Album. Per la prima volta agli MTV EMA fanno la comparsa due nomi che segneranno la storia del premio, Eminem è il Best Hip-Hop, il primo di un serie di premi che nel corso degli anni gli daranno la leadership assoluta, mentre con “…Baby One More Time” Britney Spears vince il Best Song, ma anche i premi Best Female, Best New Act, Best Pop, record per un’unica edizione tutt’oggi è imbattuto. Nel 1999 tocca a Bono ricevere il Free Your Mind, inoltre per la prima volta si hanno i premi regionali e nella categoria Best Italian Act trionfano Elio e le Storie Tese. Così nella decade 90-99 (in realtà dovremmo dire nei sei anni 94-99) abbiamo riassunto quel che è successo, tra vincitori e performer le sei edizioni hanno avuto molto da dire, in attesa del MTV EMA 2011 per ora ci fermiamo qui, ma presto parleremo delle edizioni 2000-2010.

Tags: , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Informatico da sempre, blogger per passione, polemico per professione. Calabrese mezzosangue (per l'alta metà Campano), giro il mondo quando posso. Quando sono fermo ascolto musica. Amo i Pearl Jam, i Nine Inch Nails e gli Smashing Pumpkins. Il resto probabilmente mi piace molto. Ma niente neomelodico e pop scadente.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi