Sheik Yer Zappa" è il nuovo progetto di Stefano Bollani per rend..." /> Stefano Bollani: concerto per omaggiare Frank Zappa | MelodicaMente

News Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere

Pubblicato il giugno 12th, 2015 | da Vittoria Borgese

0

Stefano Bollani: concerto per omaggiare Frank Zappa

Sheik Yer Zappa” è il nuovo progetto di Stefano Bollani per rendere omaggio con un concerto speciale ad un’icona del ‘900: Frank Zappa. Il concerto si terrà il 17 Luglio presso l’Anfiteatro di Santa Maria Capua Vetere (Caserta).

L’eclettico jazzista milanese rivisita e reinterpreta alcuni brani del geniale artista di Baltimora, scomparso il 4 dicembre 1993. Oltre al concerto – organizzato da Men at Work in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica della Campania, Arte’m e AmicoBio – con il biglietto d’ingresso (22 euro più diritti di prevendita) sarà possibile visitare anche l’Anfiteatro Campano (o Capuano), edificato tra la fine del I secolo e l’inizio del II secolo d.C. e secondo per grandezza solo al Colosseo di Roma.

Bollani Manifesto

 

Sheik Yer Zappa” è il titolo del trentesimo album in carriera di Stefano Bollani, pubblicato lo scorso ottobre per Decca Black/Universal Music Italia. Il titolo è un divertente riferimento a “Sheik Yerbouti”, il disco più venduto di Zappa, uscito nel marzo del 1979 e vincitore di un Grammy Awards.

Il disco contiene tutti brani di Frank Zappa, tranne “Male Male” scritto da Bollani e “Bene Bene” che il pianista firma insieme al vibrafonista Jason Adasiewicz.

In Scaletta personali rivisitazioni di “Cosmik Debris”, “Bobby Brown Goes Down”, “Eat that Question” e “Peaches en Regalia”. Ad accompagnare on stage Bollani (piano e voce) la sua nuova formazione che comprende oltre a Jason Adasiewicz (vibrafono), Paul Santner al contrabbasso e Jim Black alla batteria.

Tags: , , , ,


Informazioni sull'Autore

Spirito pratico e razionale, ama la musica in tutte le sue forme come strada per lasciarsi andare alle emozioni. Condivisione e lavoro di squadra sono le sue parole d'ordine; Lenny Kravitz e Francesco De Gregori il suo debole.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi