News U2 a Che tempo che fa di Fazio | © Paolo Pellegrin

Pubblicato il ottobre 6th, 2014 | da Vittoria Borgese

0

U2 presentano “Songs of Innocence” a Che tempo che fa

Per i fan degli U2 l’appuntamento è fissato per il 12 Ottobre quando la band arriverà a milano per partecipare in esclusiva alla trasmissione “Che tempo che fa” di Fabio Fazio, in onda su Rai Tre alle h 21.00.
E’ lo stesso conduttore che ne ha dato annuncio nel corso della puntata del suo programma andata in onda ieri sera.
L’ultima volta che gli U2 sono stati ospiti in un programma televisivo italiano risale al 2000, quando Bono e The Edge furono ospiti illustri del Festival di Sanremo presentato proprio da Fazio. Inoltre sarà la prima volta, ad eccezione della presentazione Apple dello scorso settembre, che gli U2 suoneranno dal vivo i brani del nuovo album “Songs of Innocence” in uscita il 13 ottobre in cd e in vinile in tutto il mondo.

U2 a Che tempo che fa di Fazio | © Paolo Pellegrin

U2 a Che tempo che fa di Fazio | © Paolo Pellegrin

In aggiunta all’album fisico in versione standard che conterrà i brani “The Miracle (of Joey Ramone)”, “Every Breaking Wave”, “California (There Is No End To Love)”, “Song For Someone”, “Iris (Hold Me Close)”, “Volcano”, “Raised By Wolves”, “Cedarwood Road”, “Sleep Like A Baby Tonight”, “This Is Where You Can Reach Me Now”, “The Troubles”, la versione tradizionale (fisica) deluxe di “Songs Of Innocence” conterrà una sessione acustica di brani selezionati dall’album più quattro bonus tracks: “Lucifer’s Hands”, “The Crystal Ballroom”, “The Troubles” (Alternative version), “Sleep Like A Baby Tonight” (Alternative Perspective Mix by Tchad Blake).

Nel vinile Invece ci saranno i 12 brani inseriti nella versione standard più “The Crystal Ballroom 12″ Mix“, presente solo su vinile.

L’album, registrato a Dublino, Londra, New York e Los Angeles con i produttori Danger Mouse, Paul Epworth, Ryan Tedder, Declan Gaffney e Flood, incrocia le primissime influenze musicali della band dal rock e punk-rock anni ’70 alla prima elettronica e musica ambient anni ’80, offrendo una panoramica su come e perché sono nati gli U2. Anche l’immagine scelta per la copertina che ritrae il batterista Larry Mullen Jr. insieme al figlio Aaron Presley riporta direttamente alle radici della band come racconta Bono: “Riflette le nuove canzoni e la loro ispirazione ai primi anni degli U2 da adolescenti a Dublino“.

Tags: , , ,


Informazioni sull'Autore

Spirito pratico e razionale, ama la musica in tutte le sue forme come strada per lasciarsi andare alle emozioni. Condivisione e lavoro di squadra sono le sue parole d'ordine; Lenny Kravitz e Francesco De Gregori il suo debole.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi