News

Pubblicato il gennaio 29th, 2010 | da Paola Donato

0

Vinicio Capossela: album per il mercato straniero e tour internazionale

L’Italia esporta la sua musica d’autore: dopo Paolo Conte che qualche anno fa ha prodotto l’album “Reverie” per il mercato internazionale è ora il turno di Vinicio Capossela: da pochi giorni è uscito in Inghilterra, Irlanda, Stati Uniti e Canada l’album “The Story-Faced Man” contenente quella che è necessariamente solo una selezione dei suoi vent’anni di carriera. Da oggi l’album, prodotto dalla prestigiosa etichetta Nonesuch Records, è disponibile anche in Italia e in Svizzera; è inoltre prevista l’uscita in Portogallo, Spagna e Benelux. Questa l’artwork di “The Story-Faced Man

La copertina dell'album

Ecco la tracklist: • Non trattare • Il ballo di San Vito • Brucia troia • La faccia della terra • Lettere di soldati • Moskavalza • Bardamù • Polka di Warsavia (excerpt) • Marajà • Con una rosa • Non è l’amore che va via • Signora luna • Si è spento il sole • Che coss’è l’amor • L’uomo vivo • S.S. dei Naufragati • Ovunque proteggi Sul sito della Nonesuch Records è anche possibile scaricare l’MP3 che include la bonus track di “All’una e trentacinque circa“. L’uscita dell’album in Inghilterra sarà accompagnata da un doppio concerto alla Union Chapel di Londra, stasera (29 gennaio) e domani. A testimoniare l’ottima accoglienza che ha la buona musica italiana all’estero entrambe le date sono sold-out. Buona anche la risposta della stampa: il Sunday Times nell’annunciare i due concerti ha definito Capossela (in verità con scarsa originalità) “Italy’s greatest rock star”. Più originale e decisamente calzante la definizione che ne ha dato la rivista Mojo: “Italy’s most intriguing musical traveler”. E’ lo stesso Capossela a confermare l’immagine di “Viaggiatore musicale più intrigante d’Italia”: ecco cosa si legge sul suo sito ufficiale: “In realtà credo che non sia tanto importante portare la propria musica all’estero, quanto portare l’estero nella propria musica. Di Londra ho sempre adorato la scenografia gotica e romanzesca dei vicoli di Charles Dickens, il buon vecchio Fagin di “Oliver Twist”, l’oscurità delle acque del Tamigi descritte da Conrad nel grande affresco iniziale di “Cuore di tenebra”, le storie di marineria. Tutto un mondo incarnato dai buchi neri tra i denti di Shane Mac Gowan, l’indomabile leader dei Pogues, e poi gli spettri della “Ballata del vecchio marinaio” di Coleridge, l’East Side del “Popolo degli abissi” di Jack London. Spero di ricambiare un poco di tutte queste suggestioni con la ruvida “accolita di rancorosi”, italiana nel nocciolo e poi rovesciata come un bicchiere di bardolino per le strade del mondo, che affolla le mie canzoni“. Dopo l’Inghilterra il “Solo Show” lo porterà in Canada, negli Stati Uniti e in Portogallo. Queste le date finora previste:

  • 06/03/2010- Le Poisson Rouge- New York (USA)
  • 08/03/2010- L’astral- Montreal (Canada)
  • 09/03/2010- Mod Club- Toronto (Canada)
  • 10/03/2010- Lake Shore Theater- Chicago (USA)
  • 12/03/2010- Bimbo’s 365 Club- San Francisco (USA)
  • 13/03/2010- El Rey Theater- Los Angeles (USA)
  • 24/03/2010- Grande Auditório Da Culturgest- Lisbona (Portogallo)
  • 25/03/2010- Grande Auditório Da Culturgest Lisbona (Portogallo)

Tags: , , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi