Varie I Venti Dischi Migliori del 2012

Pubblicato il dicembre 6th, 2012 | da Vittoria Borgese

0

MelodicaMente Awards, vota il miglior album del 2012

Ora che la fine del 2012 si avvicina  vogliamo fare insieme a voi il bilancio delle uscite discografiche dell’anno che sta per concludersi eleggendo il miglior album del 2012. Inauguriamo dunque oggi una serie di sondaggi attraverso i quali scoprire  cosa ricorderete di questo anno che sta per concludersi: qual è il disco che avete atteso così tanto che appena uscito non avete potuto fare a meno di ascoltarlo all’infinito; quale il tour che vi ha appassionato; quali gli artisti che hanno davvero segnato il 2012. A livello di uscite discografiche sia italiane che internazionali ce n’è davvero per tutti i gusti e gli album che per una ragione o per l’altra hanno caratterizzato il 2012 sono tanti.

Il mercato nostrano ha così accolto la pubblicazione di quello che è stato annunciato come l’ultimo album in carriera di  Francesco Guccini, evocativamente intitolato “L’Ultima Thule”, che sebbene sia uscito solo sul finire dell’anno, porta con se il peso e la bellezza dei lavori del grande cantautore modenese. A livello cantautorale non possiamo non segnalarvi la pubblicazione di “Apriti Sesamo”, 28esimo album di Franco Battiato, splendido lavoro in cui trovano posto la regione, la metafisica, la critica sociale e le grandi riflessioni. E che dire poi degli “esercizi allo scoperto” di Vinicio Capossela? Nel suo “Rebetiko Gymnastas” Capossela ha proposto in una nuova veste, reinterpretandoli in chiave rebetika 8 suoi successi assieme a 4 inediti; un lavoro del quale lo stesso cantautore ha detto: “… è una musica che lamenta quello che tutti noi abbiamo perduto, una musica che non dimentica le sue origini. Si officia in luoghi chiusi, dove si beve e si privilegia lo struggimento individuale. E’ musica che viene dal basso, che si condivide a tavola, come un’eucarestia”.

Afterhours - Padania

Afterhours – Padania – Artwork

Ad Aprile 2012 ha fatto la sua comparsa nei negozi di dischi, “Sapessi dire no” di Biagio Antonacci che ha dominato le classifiche di vendite: dopo aver debuttato al primo posto della classifica FIMI, ha mantenuto la vetta  per 5 settimane consecutive per poi rimanere in top ten nelle tredici successive. Lo stesso debutto al vertice l’ha ottenuto Eros Ramazzotti con “Noi”, il cui successo in classifica ha superato i confini italiani raggiungendo la n^ 1 di iTunes in ben 18 paesi.

Il 2012 ha visto il ritorno in scena degli Afterhours con “Padania“, album che è valso alla band di Manuel Agnelli l’assegnazione della Targa Tenco 2012 nella categoria “Album dell’anno”  e il Premio della Critica di Musica e dischi come “album italiano dell’anno” nella sezione pop/rock. Vasco ha invece segnato l’annata 2012 con “L’altra metà del cielo” album in cui il rocker di Zocca ha voluto riarrangiare alcune fra le sue più famose canzoni dedicate alle donne per l’omonimo balletto in scena alla Scala di Milano.

Nel mese di Maggio è stata la volta di Cesare Cremonini, tornato in scena dopo 4 anni dall’ultimo lavoro con “La teoria dei colori”, undici tracce, undici racconti che compongono questa raccolta di piccole ma intense esperienze d’amore.  Ci sono poi i Litfiba con “Grande Nazione” il primo album di inediti dopo la reunion del 2009 e Pino Daniele con “La Grande Madre”.

 

I Venti Dischi Migliori del 2012

I Venti Dischi Migliori del 2012

Anche a livello internazionale il 2012 è stato un anno senza dubbio ricco anzi ricchissimo dal punto di vista delle uscite discografiche. I Rolling Stones in occasione del 50esimo anniversario della loro formazione hanno pubblicato “GRRR!” raccolta dei maggiori successi impreziosita dagli inediti “Doom And Gloom” e “One More Shot”; Bruce Springsteen con “Wrecking Ball” è tornato prepotentemente in scena con un messaggio forte: misurare la distanza tra la realtà e quello che viene definito il “sogno americano”. Temi sociali, storie di vita vissuta, metafore e poca retorica nel disco che il Boss porta in tour. “The 2nd Law” dei Muse di Matt Bellamy  si guadagna un posto tra i migliori dischi del 2012 per la potenza che riesce a regalare se lo si ascolta dal vivo.

Rolling Stones – GRRR! – Artwork

I Sigur Ros hanno impreziosito l’anno che sta per passare con “Valtari”,  album magico e sognante,  mentre Madonna con l’ultimo “MDNA” ha voluto ribadire di essere ancora lei la Regina del Pop: con “Masterpiece” , inserito nella colonna sonora del film W.E. ha vinto il Golden Globe nella categoria “migliore canzone originale” e per promuovere un disco ha messo su un imponente tour mondiale che ha toccato anche l’Italia.

I giovanissimi One Direction hanno conquistato i teen agers affermandosi come uno dei gruppi  più amati e seguiti: dopo il successo ottenuto in seguito alla partecipazione ad X Factor UK hanno scalato le classifiche, compresa quella italiana. Debutto al vertice della FIMI, segno premonitore del successo dei live in programma nel 2013 all’Arena i Verona. I Mumford and Sons che con “Babel” si sono guadagnati la nomination nella categoria “Album of The year” ai Grammy Awards 2013, sono un altro gioiellino che il 2012 ci ha regalato: dopo il debutto con “Sigh No More” Marcus Mumford, Winston Marshall , Ben Lovett  e Ted Dwane puntano a consolidare  il successo di pubblico. Sempre nel 2012 Jack White  fa il suo esordio solista con “Blunderbuss” dopo aver messo fine nel 2011 all’avventura dei White Stripes.  Anche Lana Del Rey ha battezzato il 2012 con un nuovo disco “Born to Die”, che ha in breve tempo raggiunto quota due milioni di copie vendute in tutto il mondo e del quale è uscita anche un’edizione speciale, “Born to Die – Paradise Edition”. E ancora. Il 2012 è anche l’anno della trilogia annunciata in pompa magna dai Green Day, che al momento sono costretti  a fare i conti con la permanenza in rehab del frontman Billie Joe Armstrong, come giudicate voi il lavoro della band?

Questi gli album che abbiamo scelto di proporvi e ora diteci: qual è il miglior album del 2012?

Qual è il miglior album italiano del 2012?

  • “Noi” – Eros Ramazzotti (24%, 46 Voti)
  • “La teoria dei Colori” – Cesare Cremonini (16%, 32 Voti)
  • “Sapessi Dire No” – Biagio Antonacci (14%, 27 Voti)
  • “Padania” – Afterhours (12%, 23 Voti)
  • “Apriti Sesamo” – Franco Battiato (9%, 18 Voti)
  • “L’altra metà del cielo” – Vasco Rossi (9%, 17 Voti)
  • “L’ultima Thule” – Francesco Guccini (5%, 9 Voti)
  • “Rebetiko Gymnastas” – Vinicio Capossela (4%, 8 Voti)
  • “La Grande Madre” – Pino Daniele (4%, 8 Voti)
  • “Grande Nazione” – Litfiba (3%, 6 Voti)

Totale Votanti: 194

 

Qual è il miglior album internazionale del 2012?

  • “The 2nd Law” – Muse (33%, 62 Voti)
  • “Take Me Home” – One Direction (23%, 43 Voti)
  • “MDNA” – Madonna (11%, 21 Voti)
  • “Wrecking Ball” – Bruce Springsteen (9%, 17 Voti)
  • “Born to die” – Lana Del Rey (7%, 14 Voti)
  • “¡Uno! ¡Dos! ¡Tré!” – Green Day (6%, 12 Voti)
  • “Blunderbuss” – Jack White (4%, 7 Voti)
  • “GRRR!” – Rolling Stones (3%, 5 Voti)
  • “Valtari” – Sigur Ros (3%, 5 Voti)
  • “Babel” – Mumford and Sons (1%, 2 Voti)

Totale Votanti: 188

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Spirito pratico e razionale, ama la musica in tutte le sue forme come strada per lasciarsi andare alle emozioni. Condivisione e lavoro di squadra sono le sue parole d'ordine; Lenny Kravitz e Francesco De Gregori il suo debole.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi