Ancora brani nuovi dagli Atoms For Peace, che a poche settimane dall’esordio discografico ufficiale, rivelano altri elementi di “Amok. Durante un’intervista alla BBC Radio 1 di poche ore fa di Thom Yorke, Nigel Godrich e Joey Waronker si sono lasciati scappare una nuova traccia dal titolo “Judge, Jury and Executioner” che tanto ricorda il sottotitolo di “Myxomatosis”, brano di “Hail To The Thief”, album dei Radiohead datato 2003 (beh non lo ricorda, è proprio quello). Durante questa esclusiva intervista c’è stato modo di parlare di alcuni argomenti caldi, quali un tour per la superband e nuovi progetti discografici dopo l’uscita di “Amok”.
Il tour sicuramente partirà dopo la fine del tour di Flea con i Red Hot Chili Peppers, comincerà in UK, probabilmente si estenderà in Europa e così via. Riguardo una partecipazione a Glastonbury, Thom Yorke glissa, o meglio si lascia scappare che probabilmente sarà lì con i Radiohead, ma sono tutte chiacchiere, bisognerebbe valutare tantissime altre cose.

Atoms For Peace - Amok - Artwork © Official Facebook Page
Atoms For Peace – Amok – Artwork © Official Facebook Page

Rimanendo in tema Radiohead poi Thom Yorke ha chiarito circa le voci di una collaborazione con Jack White:
Abbiamo due brani in preparazione a Nashville, dove White ha registrato al Third Man Records Studio, ma i brani hanno seguito le mie direttive e non quelle di White. Sicuramente realizzeremo i due brani, ma ho altro da fare prima, devo andare a prendere i bambini a scuola.
Ironia portami via dunque signor Yorke, sempre criptico e mai chiaro sui progetti futuri. Sicuramente non possiamo dargli del chiacchierone, il leader dei Radiohead è uno che mantiene le promesse e sicuramente il successo e l’imminente pubblicazione dell’album degli Atoms For Peace rientra tra i progetti di cui tempo fa accennava in maniera misteriosa.
Intanto “Amok” uscirà il 26 Febbraio per la XL Recordings, e già disponibile al pre-order, e anticipato da grandi uscite, streaming e tracce nascoste sul sito ufficiale si prospetta davvero un grande lavoro, degno dei nomi che lo hanno concepito.

 

Rispondi