Si intitola “Colors” il tredicesimo album in studio di Beck, nuovo progetto discografico dell’artista statunitense accompagnato da una pioggia di consensi da parte dei principali addetti ai lavori: Rolling Stone per esempio lo definisce “una euforica esplosione di pop sperimentale” mentre per The Wall Street Journal si tratta di “un’altra pietra miliare nella sua affascinante e imprevedibile carriera“.

Il primo singolo estratto è l’omonimo brano che da il titolo all’album e per il quale è stato rilasciato il video che riprende “autonomous sensory meridian response” – Risposta autonoma del meridiano sensoriale – cioè quella sensazione di benessere fisico che si prova all’udito, al tatto o anche semplicemente alla vista.

Intanto si intitola “UP ALL NIGHT“, il secondo singolo estratto che sarà disponibile da venerdì 20 ottobre per la programmazione radiofonica. La scorsa settimana Beck ha presentato live il brano al Later… with Jools Holland.

Beck – Colors – Artwork

Colors” è stato prodotto da Greg Kurstin e Beck, ad eccezione del brano “Wow” prodotto da Beck e Cole M.G.N., e “Fix Me” prodotta da Beck. L’album è stato missato da Serban Ghenea, ad eccezione di “Dreams” e “Up All Night”, missati da Greg Kurstin e Beck.
Le canzoni, ha detto l’artista, saranno “più allegre e più sperimentali” rispetto a quelle di “Morning phase”, e saranno “un collage di luminosi suoni pop, che ti fanno sentire felice di essere vivo”.

Questa la tracklist completa del disco:

1. Colors
2. Seventh heaven
3. I’m so free
4. Dear life
5. No distraction
6. Dreams
7. Wow
8. Up all night
9. Square one
10. Fix me

Beck è l’artista che più di ogni altro ha esteso i confini del rock negli anni ’90. È l’uomo che ha preso folk, blues, rock, rap, bossa nova, funky, musica caraibica e mille altri ingredienti ancora, frullandoli alla massima velocità per ottenere un cocktail mai sentito prima, riuscendo poi a mantenere, anzi forse ad aumentare, negli anni l’ammirazione da parte del pubblico di fan e addetti ai lavori.

Rispondi