Si è conclusa la tre giorni di concerti che ha visto protagonista Biagio Antonacci che l’1- 2 e 3 Maggio ha infiammato l’Arena di Verona.

Il cantautore lombardo, concluso lo show di ieri sera si è lasciato andare alle confessioni: “Dopo stasera ho capito che devo suonare di più; due anni e mezzo di silenzio sono tanti” – ha detto – “Ero abituato ai numeri, ma non mi aspettavo un’ accoglienza simile: dopo il disco mi sentivo  impigrito e questi  tre concerti mi hanno fatto capire che devo tornare a cantare dal vivo. Per questo farò altri live in estate o a Settembre e tra poco inizio un nuovo album. Ho già delle  canzoni pronte e quando scrivo penso a come renderle, canticchiabili, mi piace pensare all’arrangiamento”.

L’Anfiteatro ha fatto da cornice ai primi live del 2011 di Biagio Antonacci con tre spettacoli che hanno registrato il tutto esaurito:  due ore di musica in cui Antonacci ha proposto tutti i suoi più grandi successi e i brani tratti dall’ultimo album “Inaspettata“, disco multiplatino pubblicato ad Aprile 2010.

“Non è mai stato facile” ,  “Liberatemi”, “Se io se lei”, “Convivendo”, “Buon giorno bell’anima”, “Sognami”, “Quanto tempo ancora” , tra gli altri, e anche un momento acustico assieme ad un quartetto d’archi e al fisarmonicista Massimo Tagliata.

 

1 commento

  1. @biagio antonacci
    “Ho gia’ 40-50 canzoni pronte e quando scrivo penso a come renderle popolari, canticchiabili”.”

    POTEVI RENDERE POPOLARI E CANTICCHIABILI QUELLE DI lOREDANA ERRORE CHE, SE SONO BELLE, NN SONO AFFATTO TALI DI PRIMO ACCHITO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.